Novità del sito: Cerca le coordinate geografiche su Google Maps

Guerràzzi, Vincènzo (Mammola, Reggio di Calabria 1940-) Scrittore italiano. Con La fabbrica del sogno (1977) e La fabbrica dei pazzi (1978) è uno dei maggiori rappresentanti della letteratura di fabbrica provocatoria. 
Guerre del rosmarino e della maggiorana Dramma di A. J. da Silva (1737). 
Guerre stellari Film di fantascienza, americano (1977). Regia di George Lucas. Interpreti: Mark Hamill, Harrison Ford, Carrie Fisher. Titolo originale: Star Wars 
guerreggiànte, sm. e sf. Chi o che fa la guerra. 
guerreggiàre, v. v. intr. Fare la guerra. ~ battagliare. 2 Rivaleggiare. ~ contendere. <> collaborare. 
v. tr. Combattere. 
guerreggiàtore, agg. Chi fa la guerra. 
Guerrero Stato (2.621.000 ab.) del Messico, capitale Chilpancingo. 
Guerréschi, Giusèppe (Milano 1929-Ospedaletti, Imperia 1985) Pittore italiano. Fu esponente del gruppo dei pittori milanesi che intorno al 1956 rinnovarono la pittura figurativa sfruttando l'esperienza dell'informale e della pop art. Tra le opere Vietnam (1972-1973). 
guerrésco, agg. 1 Relativo alla guerra. ~ bellico. 2 Battagliero, aggressivo. ~ combattivo. <> mite. 
Guèrri, Giordàno Brùno (Siena 1950-) Scrittore italiano. Studioso dell'epoca fascista ha pubblicato saggi polemici e taglienti come Italo Balbo (1984) e Fascisti (1995). H pubblicato anche l'edizione dei Diari di Bottai (1982). 
guerrièro, agg. e sm. agg. 1 Bellicoso. ~ bellico. 2 Combattivo. 3 Guerresco. ~ militare. 
sm. Uomo d'arme. ~ armigero. 
Guerrièro, Augùsto (Avellino 1893-Roma 1981) Giornalista e narratore. Tra le opere Guerra e dopoguerra (1943) e Tempo perduto (1959). 
Guerriero, Vicente (Tuxtla 1783-Chilapa 1831) Politico messicano. Di idee liberali, si distinse nella lotta contro gli spagnoli e fu eletto presidente della Repubblica messicana nel 1829. Fu deposto dai conservatori nello stesso anno. 
guerrìglia, sf. Forma di lotta condotta da formazioni irregolari armate. ~ resistenza. 
guerriglièro, sm. Combattente civile o militare che svolge la guerriglia. 
Guerrìni Olìndo (Forlì 1854-Bologna 1916) Poeta e letterato. Prima impiegato e poi direttore della biblioteca universitaria di Bologna, fu amico del poeta Giosuè Carducci. È più conosciuto con lo pseudonimo di Lorenzo Stecchetti, con il quale firmò la raccolta di versi Postuma pubblicata nel 1877. L'opera è caratterizzata dall'uso spregiudicato della lingua goliardica, essenzialmente basata sull'erotismo, sull'anticlericalismo e sulla satira. Tra le altre opere poetiche, Polemica e Nova polemica (1878) e le Rime di Argia Sbolenfi (1897) sempre di intonazione goliardica; i Sonetti romagnoli (1920, postumi) e le Ciacole di Bepi (1914) in dialetto. Tra le opere di prosa, Brandelli (1883) e Brani di vita (1908). 
gueux Termine di gergo francese dal significato di pezzenti, mendicanti, coniato, pare, dal conte di Berlaymont nel presentare alla reggente dei Paesi Bassi, Margherita di Parma, il gruppo di nobili e borghesi ricevuti nel 1566 come delegati del compromesso di Breda. Il termine venne assunto, come simbolo della lotta clandestina antispagnola e anticattolica, dai calvinisti dopo la scissione tra cattolici e protestanti. Guidati da Guglielmo I il Taciturno, durante il dominio del duca d'Alba (1567-1572), condussero azioni di guerriglia, riuscendo a impossessarsi dell'isola di Voorn (1572) e a scatenare la rivolta di tutte le province settentrionali. 
Guevara de la Serna, Ernesto (Rosario 1928-Higueras 1967) Detto Che, uomo politico e guerrigliero. Di origine argentina, si laureò in medicina a Buenos Aires, partecipò ai movimenti rivoluzionari in Guatemala, in Cile e in Messico. Con Fidel Castro partecipò alla guerriglia e alla rivoluzione contro il regime di F. Batista a Cuba, distinguendosi per la sue doti di comandante militare. Partecipò al governo della repubblica cubana come presidente della banca nazionale cubana e come ministro dell'industria. Lasciati gli incarichi di governo passò clandestinamente in vari paesi dell'America Latina per organizzare la guerriglia. Intorno alla sua figura di grande rivoluzionario si formò un alone di leggenda che si propagò in tutto il mondo. Morì in Bolivia dove stava organizzando la rivoluzione contro il governo Barrientos. Fu catturato e ucciso in un'imboscata, nel 1967. Il 6 luglio 1997 il suo corpo fu ritrovato a Villagrande in Bolivia e sepolto in seguito a Cuba. Scrisse vari trattati sulla guerriglia, La guerra di guerriglia (1959) e Scritti, discorsi e diari di guerriglia. Diario del Che in Bolivia (postumo, 1968). 
Guevara, Antonio de (Asturie di Santillana 1480-Mondoņedo 1545) Francescano, inquisitore di Toledo al tempo di Carlo V, compose varie opere morali e didattiche. Tra esse, Orologio dei principi o Libro aureo dell'imperatore Marc'Aurelio (1529, trattato di buon governo), Disprezzo della corte e lode del villaggio (1539, elogio della vita rusticana) e le Epistole familiari (1539-1541). 
gufàggine, sf. Tendenza di una persona a vivere isolata. ~ misoginia. 
<< indice >>

 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)