Novità del sito: Covid19 - Contagi in Italia divisi per regione, provincia e giorno

Enciclopedia

Gutenberg, Beno (Darmstad 1889-Pasadena 1960) Geologo statunitense. Compì importanti studi sulla struttura interna della Terra. 
Gutenberg, Johannes (Magonza 1400 ca.-1468) Tipografo tedesco, inventore dei caratteri mobili per la stampa. Utilizzando un torchio da lui stesso ideato, nel 1450 iniziò a comporre il primo libro a stampa, la Bibbia latina, detta delle quarantadue linee o mazarina, terminata in seguito da Peter Schöffer, genero del socio J. Fust. Nel 1455 le difficoltà economiche costrinsero Gutemberg a lasciare la società, cedendo a Fust tutte le attrezzature di sua invenzione. La sua città natale gli ha dedicato un museo, nel quale sono stati ricostruiti i suoi macchinari. 
guttapèrca, sf. Sostanza flessibile e plastica contenuta nel lattice di alcune Sapotacee. 
guttazióne, sf. Fenomeno caratterizzato dalla comparsa sui margini della lamina fogliare di piccole gocce d'acqua che si verifica quando una pianta viene a trovarsi in un ambiente a umidità relativa molto alta. 
Guttiferàli Ordine di piante Dicotiledoni Dialipetale per lo più legnose a cui appartengono le Guttifere. 
Guttìfere Famiglia di piante arbustacee, arboree o erbacee sempreverdi tropicali con foglie opposte e prive di stipole, radici aeree e fiori, unisessuati o bisessuati in modo incompleto, con stami in fascetti. 
gùtto, sm. Vaso usato dai commensali per abluzioni o contenente unguenti o profumi. 
gutturàle, agg. e sf. agg. Di gola. 
sf. Velare. 
gutturalìsmo, sm. Difetto per cui si pronunciano i suoni in gola. 
Guttùso, Renàto (Bagheria 1912-Roma 1987) Pittore. Compì gli studi classici a Palermo. Nel 1931 si stabilì a Roma; nel 1935 si trasferì a Milano dove passò su posizioni antifasciste. Nel 1940 si iscrisse al Partito comunista e successivamente, nel 1943, entrò nella resistenza. Muovendo da influenze espressionistiche e picassiane, approdò a un intenso realismo con opere di grande contenuto sociale e politico. Lavorò per il teatro lirico e per la prosa con notevoli scenografie. Tra le opere Fuga dall'Etna (1939, Roma, Galleria Nazionale di Arte Moderna), Crocifissione (1941, Roma, Galleria Nazionale d'Arte Moderna), Occupazione delle terre in Sicilia (1949-1950, Dresda, Gemäldegalerie), La battaglia di Ponte Ammiraglio (1952, Milano, Biblioteca Feltrinelli), Boogie-Woogie (1953-1954, Roma, collezione Farinelli), La spiaggia (1955-1956, Parma, Galleria Nazionale), La discussione (1959-1960, Londra, Tate Gallery), Autobiografia (1966, trentasei quadri), Donne stanze paesaggi oggetti (1967), Giornale murale del maggio 1968 (1968, Aquisgrana, Altes Kurhaus), La notte di Gibellina (Roma, collezione privata), I funerali di Togliatti (1972, Bologna, Galleria d'Arte Moderna), La Vucciria (1974, Palermo, università), Caffè Greco (1976, Colonia, Ludwig Museum) e Fuga in Egitto (1983, Varese, Sacro Monte). 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)