Enciclopedia

Iscariòta Soprannome che venne dato all'apostolo Giuda. 
iscariòta, sm. (pl.-i) Traditore. ~ giuda. 
ischeletrìre, v. v. tr. Far dimagrire notevolmente. 
v. intr. pron. Ridursi come uno scheletro per eccessiva magrezza. 
ischemìa, sf. Apporto ridotto di sangue in una parte del corpo. Cause dell'ischemia possono essere una contrazione muscolare, una compressione esterna, un ispessimento della parete arteriosa o un'ostruzione dell'arteria stessa. In ogni caso, a determinare la gravità dei danni prodotti è sempre la localizzazione e la durata dell'ischemia stessa. Il caso più grave di ischemia permanente è l'infarto. 
ischèmico, agg. (pl. m.-ci) 1 Provocato dall'ischemia. 2 Relativo all'ischemia. 
Ìschia Isola del mar Tirreno in provincia di Napoli (46 km2, 38.900 ab.). È la più vasta delle isole partenopee. Si trova a ovest del golfo di Napoli, a una decina di km dal continente dal quale è separata dall'isola di Procida. Isola di origine vulcanica, raggiunge i 788 m con il monte Epomeo e presenta numerose fumarole e fonti termali oltre ad acque minerali cloruratobicarbonatosodiche. L'economia si basa sul turismo termale e balneare, su pesca, agricoltura (agrumi, viti, olivi, ortaggi) e artigianato. Si ricordano i lavori in paglia di Lacco Ameno. I centri più importanti sono Ischia, Lacco Ameno, Forio, Sant'Angelo, Barano. Fu la prima colonia greca del golfo di Napoli con il nome Pithecussae. Fu soggetta a Gerone di Siracusa (dal 474 a. C.) e in seguito fu sotto il dominio di Napoli, per divenire poi nel 82 a. C. romana. Conserva tracce dell'Età del Ferro e dell'epoca romana. 
Ischia 
Comune in provincia di Napoli (16.013 ab., CAP 80070, TEL. 081). 
Ischia, canale d' 
Braccio di mare che separa l'isola omonima dalle isole di Procida e Vivara, collegando il golfo di Napoli con quello di Gaeta. 
Ìschia di Càstro Comune in provincia di Viterbo (2.609 ab., CAP 01010, TEL. 0761). 
Ìschia di Càstro Comune in provincia di Viterbo (2.609 ab., CAP 01010, TEL. 0761). 
ischio- Prefisso che nella terminologia anatomica indica l'ischio. 
ischio, sm. Una delle tre ossa che formano il bacino nei Vertebrati insieme con ileo e pube. Saldati nell'età adulta, formano l'osso iliaco. 

Mastodon

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Per contattare la redazione di Blia.it potete scrivere a: infoblia@gmail.com
(attenzione, blia.it non ha nessun rapporto con banche, scuole o altri enti/aziende, i cui indirizzi sono visualizzati al solo scopo di rendere un servizio agli utenti del sito)