Enciclopedia

Labriòla, Antònio (Cassino 1843-Roma 1904) Filosofo. Partendo da posizioni vicine al pensiero socialista, stimolato da Engels nel corso dei loro contatti epistolari (1890), si dedicò allo studio del marxismo. Avviata un'opera di diffusione e di elaborazione filosofica e politica di tale teoria, si affermò come moderno interprete del materialismo storico ed ebbe grande importanza nello sviluppo della cultura italiana. L'ultimo periodo è contrassegnato dalla polemica condotta nei confronti delle filosofie di Bernstein e Sorel, oltre che di Gentile e Croce. Tra gli scritti, In memoria del Manifesto dei comunisti (1895), Del materialismo storico. Delucidazione preliminare (1896), Discorrendo di socialismo e di filosofia (1898). 
Labriòla, Artùro (Napoli 1873-1959) Politico ed economista. Aderente dal 1895 al Partito socialista, si dedicò alla diffusione del marxismo in Italia e all'organizzazione del sindacalismo rivoluzionario. Uscito dal Partito socialista nel 1907, si dichiarò interventista in occasione dell'impegno bellico (1915). Fu ministro del lavoro nel gabinetto Giolitti (1920-1921). Ostile al fascismo, fu costretto all'esilio in Francia e Belgio fino al 1937. Alla fine della guerra partecipò alla Costituente e fu membro del senato dal 1948. Tra gli scritti, Le dottrine economiche di Quesnay (1897), La teoria del valore di Karl Marx (1899), Il capitalismo (1910), Le due politiche: fascismo e riformismo (1923), La dittatura della borghesia (1924). 
Làbro Comune in provincia di Rieti (293 ab., CAP 02010, TEL. 0746). 
labrònico, agg. (pl. m.-ci) Relativo a Livorno. 
Labrouste, Henri (Parigi 1801-Fontainebleau 1875) Architetto francese. Tra le opere la Biblioteca Ste-Geneviève (1843-1850) e la Biblioteca Nazionale (1862-1868) a Parigi. 
Labuan Isola (12.000 ab.) federale della Malaysia, nel Borneo, sul mar Cinese Meridionale. Capoluogo Victoria. Basa le sue risorse economiche sugli importanti giacimenti di carbone. 
Labuan Isola (12.000 ab.) federale della Malaysia, nel Borneo, sul mar Cinese Meridionale. Capoluogo Victoria. Basa le sue risorse economiche sugli importanti giacimenti di carbone. 
laburìsmo, sm. Movimento politico e ideologico britannico. Ebbe origine in Gran Bretagna alla fine del XIX sec. nell'ambiente delle associazioni dei lavoratori e si organizzò nel Partito laburista indipendente (da labour, lavoro); in senso più specifico sta a indicare l'evoluzione del movimento operaio postcartista verso l'inserimento dei lavoratori nella vita politica parlamentare. Portò avanti rivendicazioni di tipo economico e sociale a favore delle fasce popolari. Dal punto di vista dottrinario si configura come un socialismo moderato riformista, basato sul rispetto delle fondamentali libertà democratiche, profondamente differente dal marxismo e contrario a qualsiasi forma di dittatura. Sotto l'aspetto politico esso si caratterizzò come blocco elettorale popolare tendente alla conquista dei seggi parlamentari. Nel primo dopoguerra entrò nel governo in Gran Bretagna, diffondendosi poi anche in Scandinavia e nei paesi del Commonwealth. 
laburìsta, agg., sm. e sf. agg. Del, aderente del laburismo. 
sm. e sf. Seguace del laburismo. 
laburìstico, agg. (pl. m.-ci) Che si riferisce al laburismo. 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)