Enciclopedia

Lanvin, Jeanne (1867-1946) Stilista francese. Modista a Parigi dal 1890, all'inizio del secolo si dedicò al disegno di abiti femminili aprendo una propria casa di moda. Il successo ottenuto ebbe come conseguenza la commercializzazione sotto il nome Lanvin di accessori di moda e di profumeria, anche per uomo. 
Lànza Tomàsi, Gioacchìno (Roma 1934-) Musicologo e direttore artistico italiano. È stato direttore artistico del Teatro Massimo di Palermo, del teatro dell'Opera di Roma e dell'Orchestra sinfonica della RAI di Roma. Ha eseguito studi sull'opera italiana e sulla musica del XX sec. 
Lànza, Giovànni (Casale Monferrato 1810-Roma 1882) Politico. Nel governo piemontese fu ministro dell'istruzione (1855) e ministro delle finanze (1858). Dopo l'unità d'Italia fu autorevole esponente della destra, divenne prima ministro degli interni (1864-1865), poi presidente della camera e infine presidente del consiglio (1869-1873). Durante il suo incarico decise la presa di Roma e attuò una politica economica di restrizione e rigore. 
Lanzàda Comune in provincia di Sondrio (1.520 ab., CAP 23020, TEL. 0342). 
Lanzàni, Andrèa (San Colombano al Lambro 1650 ca.-Milano 1712) Pittore italiano. Tra le opere, gli affreschi nella chiesa di Santa Cecilia a Como (1688), quelli della Passione nella Certosa di Pavia, la Gloria di San Carlo nel Duomo di Milano, le decorazioni del Belvedere inferiore a Vienna (1697), gli affreschi dello scalone nel palazzo Liechtenstein a Vienna e San Francesco in estasi (Vienna, Museo Pommersfelden, 1706). 
Lanzarote Isola (42.000 ab.) di origine vulcanica, dell'oceano Atlantico, la più orientale delle Canarie. Centro principale Arrecife. Le risorse economiche si basano principalmente sull'artigianato, sulla pesca e sul turismo. Presenza di saline. 
Lanzhou Città (1.390.000 ab.) della Cina, sul fiume Huang He. Capoluogo della provincia di Gansu. 
Lànzi, Màrio (Castelletto Ticino, Novara 1914-Schio, Vicenza 1980) Atleta italiano, specialista dei 400 e 800 m. Fu cinque volte campione italiano dei 400 m piani e otto volte degli 800 m. Vinse la medaglia d'argento alle Olimpiadi di Berlino del 1936. 
Lànzi, Màrio (Castelletto Ticino, Novara 1914-Schio, Vicenza 1980) Atleta italiano, specialista dei 400 e 800 m. Fu cinque volte campione italiano dei 400 m piani e otto volte degli 800 m. Vinse la medaglia d'argento alle Olimpiadi di Berlino del 1936. 
lànzo, sm. Nome con il quale un tempo erano comunemente chiamati i lanzichenecchi. 

Mastodon

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Per contattare la redazione di Blia.it potete scrivere a: info@blia.it
(attenzione, blia.it non ha nessun rapporto con banche, scuole o altri enti/aziende, i cui indirizzi sono visualizzati al solo scopo di rendere un servizio agli utenti del sito)