Enciclopedia

laparotomìa, sf. Incisione dell'addome e del peritoneo per accedere alla cavità addominale. 
lapàzza, sf. Rinforzo in legno che in marina viene fissato a un pennone o a un albero al fine di rinforzarlo in un punto in cui è presente una lesione o per proteggerlo dagli sfregamenti e guidarlo negli spostamenti. ~ lampazza. 
Lapedòna Comune in provincia di Ascoli Piceno (1.168 ab., CAP 63010, TEL. 0734). 
lapicìda, sm. (pl.-i) In epoca romana e medioevale, artigiano esperto nella lavorazione della pietra e del marmo. 
lapidàre, v. tr. 1 Lanciare ripetutamente sassi contro qualcuno. ~ linciare. 2 Inveire contro qualcuno. 3 Molare. ~ lappare. 
lapidariaménte, avv. In modo lapidario. 
lapidàrio, agg. 1 Delle iscrizioni su lapide. 2 Incisivo e sentenzioso; conciso, asciutto. ~ sintetico. <> prolisso. 
lapidazióne, sf. Atto, effetto del lapidare. 
làpide, sf. 1 Pietra sepolcrale. 2 Tavola di marmo o altro materiale, con un'epigrafe; lastra commemorativa; lastra. ~ stele. l'amministrazione decise di murare una lapide in ricordo di quell'emerito personaggio
lapìdeo, agg. 1 Di pietra. 2 Che ha le caratteristiche della pietra. 3 Relativo alla lavorazione della pietra. 

Mastodon

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Per contattare la redazione di Blia.it potete scrivere a: info@blia.it
(attenzione, blia.it non ha nessun rapporto con banche, scuole o altri enti/aziende, i cui indirizzi sono visualizzati al solo scopo di rendere un servizio agli utenti del sito)