Enciclopedia

làpide, sf. 1 Pietra sepolcrale. 2 Tavola di marmo o altro materiale, con un'epigrafe; lastra commemorativa; lastra. ~ stele. l'amministrazione decise di murare una lapide in ricordo di quell'emerito personaggio
lapìdeo, agg. 1 Di pietra. 2 Che ha le caratteristiche della pietra. 3 Relativo alla lavorazione della pietra. 
lapìllo, sm. Frammento incandescente di lava espulso da un vulcano durante un'eruzione. 
Lapin Provincia (202.000 ab.) della Finlandia settentrionale, capoluogo Rovaniemi. 
lapin, sm. invar. Pelliccia di coniglio. 
Làpio Comune in provincia di Avellino (1.869 ab., CAP 83030, TEL. 0825). 
làpis, sm. invar. Matita. 
lapis niger, loc. sost. f. invar. Denominazione di una pietra quadrata di marmo nero del Foro romano che nell'età repubblicana venne posta nel luogo in cui la tradizione indicava essere la tomba di Romolo. 
lapislàzuli, o lapislàzzuli, sm. invar. Alluminosilicato di sodio e calcio, con cloro e zolfo, che appartiene al gruppo delle sodalite. Si presenta in aggregati compatti di colore azzurro oltremare che spesso includono cristalli di pirite. 
Laplace, Pierre Simon de (Beaumont-en-Auge 1749-Parigi 1827) Astronomo, fisico e matematico francese. Versatile e geniale scienziato del periodo napoleonico a cui si devono studi nei maggiori campi della scienza; scrisse il trattato astronomico Esposizione del sistema solare del mondo (1796), il Trattato di meccanica celeste (1799), in cui formulò la teoria sulla perturbazione dei moti dei pianeti, la Teoria analitica delle probabilit (1812) e il Saggio filosofico delle probabilit (1814) in cui descrisse i principi della teoria delle probabilità e li applicò allo studio dei fenomeni naturali. In fisica tecnica stabilì la legge delle trasformazioni adiabatiche dei gas, la legge dell'induzione elettromagnetica e nel 1780 insieme al connazionale A. L. Lavoisier eseguì le prime misure sul calore specifico delle sostanze. In analisi formulò il teorema sulla legge esponenziale degli errori e intraprese preziosi studi sull'analisi infinitesimale e algebrica introducendo anche nuovi strumenti (operatore e trasformata omonimi). Fu anche impegnato politicamente ricoprendo le cariche di ministro degli interni e di vicepresidente del Senato (1803) durante il periodo napoleonico. 


Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Per contattare la redazione di Blia.it potete scrivere a: info@blia.it
(attenzione, blia.it non ha nessun rapporto con banche, scuole o altri enti/aziende, i cui indirizzi sono visualizzati al solo scopo di rendere un servizio agli utenti del sito)