Enciclopedia

Lasker-Schüler, Else (Wuppertal-Elberfeld 1876-Gerusalemme 1945) Poetessa e scrittrice tedesca. Cresciuta a Berlino a contatto con l'ambiente espressionista, emigrò in Svizzera all'arrivo del nazismo. Nei racconti e soprattutto nelle poesie fuse le tradizioni ebraiche con la cultura tedesca. Da ricordare le Ballate ebraiche (1913), La cupola (1925), Il mio pianoforte azzurro (1943) e in narrativa Il principe di Tebe (1914). 
Lasnìgo Comune in provincia di Como (401 ab., CAP 22030, TEL. 031). 
làssa, sf. Coppia o muta di cani tenuta in riserva. 
Lassalle, Ferdinand (Breslavia 1825-Ginevra 1864) Filosofo e politico tedesco. Socialista e uomo di spicco della sinistra hegeliana, prese parte alla rivoluzione del 1848. Fondò il 23 maggio 1863 l'Associazione generale degli operai tedeschi in cui furono fissati i principi cui attinse nel 1875 il futuro movimento socialdemocratico tedesco ed europeo. Nel 1861 scrisse Il sistema dei diritti acquisiti e nel 1864 Capitale e lavoro
lassatìvo, agg. e sm. agg. Che ha un'azione purgativa piuttosto blanda. ~ purgativo. 
sm. Farmaco che induce una blanda peristalsi intestinale così da facilitare l'evacuazione. ~ purgante. 
Lassen Peak Vulcano (3.187 m) spento degli USA, nella California, all'estremità settentrionale della Sierra Nevada. 
lassìsmo, sm. Corrente sviluppatasi nell'etica cattolica nel XVII sec. allorché l'obbligo di seguire un principio morale si frammentò in una vasta casistica di comportamenti esteriori cui ci si poteva adeguare per il raggiungimento della salvezza. Tra le varie tendenze, il lassismo si distinse come quella più lassa poiché ammetteva la possibilità di sfuggire alla legge morale nel caso vi fosse una pur debole probabilità che la legge stessa non esistesse. Fu sostenuta principalmente dai gesuiti e tra i suoi rappresentanti si possono annoverare F. Amico, E. Bauny, A. Escobar, V. Filuicci. Attaccato dai giansenisti (tra cui B. Pascal che scrisse le Lettere provinciali nel 1656-1657), fu condannato dai papi Alessandro VII nel 1665 e 1666 e da Innocenzo XI nel 1679. ~ permissivismo, tolleranza. <> rigore, rigidità. 
lassìsta, agg. Permissivo. 
lassitùdine, sf. Stanchezza, debolezza. ~ fiacchezza. 
làsso, agg. e sm. agg. 1 Largo. ~ ampio. 2 Misero. 3 Stanco. ~ spossato. 
sm. Periodo di tempo. ~ arco. 


Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Per contattare la redazione di Blia.it potete scrivere a: info@blia.it
(attenzione, blia.it non ha nessun rapporto con banche, scuole o altri enti/aziende, i cui indirizzi sono visualizzati al solo scopo di rendere un servizio agli utenti del sito)