Novità del sito: Cerca le coordinate geografiche su Google Maps

Enciclopedia

Maghèrno Comune in provincia di Pavia (1.303 ab., CAP 27010, TEL. 0382). 
Maghreb Denominazione della regione africana nordoccidentale comprendente il Marocco, l'Algeria e la Tunisia. Il nome deriva dall'arabo Maghrib, l'occidente. 
maghrebìno, o magrebìno, agg. 1 Relativo al Maghreb.2 Relativo ai dialetti arabi parlati nel Maghreb. 
magìa, sf. (pl.-gie) Complesso dei riti volti a dominare le forze naturali, per sfruttarle a scopo benefico (magia bianca) o a scopo malefico (magia nera). Presente nelle società primitive, nelle quali era prerogativa dello sciamano o stregone, fu condannata dalla chiesa durante il medioevo. Etnologicamente è considerata una forma originaria di culto, antecedente lo stadio della religione. ~ occultismo, negromanzia. 
magiàri I magiari sono una popolazione di origine ugro-finnica, di stanza nell'Europa danubiana, formatasi dalla fusione di tribù turche con tribù irano-caucasiche; nel VII e VIII sec., si spostò verso occidente per stabilirsi in Pannonia (Ungheria) e iniziare una serie di spedizioni verso i paesi occidentali. Le incursioni dei magiari colpirono, in particolar modo, la vicina Germania, ma essi arrivarono a colpire anche la Francia e l'Italia, fino alla metà del X sec. I magiari furono sconfitti da Ottone I nel 955 e da quel momento cessarono le loro scorribande, nel frattempo ridotte per il progressivo passaggio dalla vita nomade alla vita sedentaria dedita all'agricoltura. Ottone I di Sassonia, dopo essere stato eletto imperatore, in circa trent'anni di regno riuscì, d'intesa con il duca Géza, a convertire quasi totalmente le popolazioni magiare; la conversione avvenne dal 997 in poi con Stefano I, il quale ebbe da papa Silvestro II il titolo di re (1000) e nel 1081 fu fatto santo. 
magiàro, agg. Sinonimo di ungherese. ~ ungaro. 
magicaménte, avv. Per opera di magia, con arti magiche. 
màgico, agg. e sm. (pl. m.-ci) agg. Che è attinente alla magia, ai maghi, prodigioso, straordinario. ~ incantato. non aveva ancora trovato la bacchetta magica per risolvere i problemi
sm. Ciò che è magico, soprannaturale. il magico aveva sempre esercitato un certo fascino su di lui. 
Maginot, André (Parigi 1877-1932) Uomo politico francese, deputato della sinistra democratica, ricoprì diversi ministeri dal 1923 al 1932. Nel 1930 promosse la costruzione di una linea difensiva, dalla Svizzera al Lussemburgo, che risultò completamente inutile nel 1940, quando le truppe tedesche invasero la Francia aggirandola passando dal Belgio. 
Linea Maginot 
Fortificazione costruita lungo il confine orientale della Francia e articolata in un complesso sistema di costruzioni in cemento armato e camminamenti sotterranei, per una profondità di circa 15 km e un'estensione di circa 400 km. 
màgio, sm. Sacerdote della religione iranica, nel Vangelo secondo Matteo il termine viene usato per indicare i personaggi che vennero da oriente, guidati dalla stella cometa, per donare a Gesù oro, incenso e mirra. Successivamente, il loro numero fu definito in tre e i loro nomi indicati come Gaspare, Melchiorre e Baldassarre. La liturgia li ricorda il 6 gennaio. 

 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)