Novità del sito: Cerca le coordinate geografiche su Google Maps

Enciclopedia

maionése, sf. Salsa ottenuta con rossi d'uovo, olio e limone, sbattuti insieme. 
Maiòrca È l'isola maggiore dell'arcipelago delle Baleari (Spagna, 3.604 km2, 572.000 ab.), nel Mediterraneo occidentale. Il capoluogo è Palma di Maiorca, con un grande porto, mentre altre città importanti sono Lluchmayor e Manacor. Territorio pianeggiante, attraversato a nord da una catena montuosa la cui vetta più elevata è il Puig Mayor (1.445 m). Le principali risorse sono l'agricoltura (vite, olivo, frutta e cereali), l'artigianato (maioliche, ricami) e il turismo. 
Maióri Comune in provincia di Salerno (5.735 ab., CAP 84010, TEL. 089). 
Màira Fiume (67 km) del Piemonte. Nasce sulle Alpi Cozie e confluisce nel Po. 
Mairàgo Comune in provincia di Lodi (979 ab., CAP 20070, TEL. 0371). 
Mairàno Comune in provincia di Brescia (2.060 ab., CAP 25030, TEL. 030). 
màis, sm. Pianta erbacea annuale delle Graminacee, originaria dell'America centrale e meridionale e coltivata nelle regioni temperate di tutto il mondo. Ha foglie lanceolate e infiorescenze maschili apicali, mentre i fiori femminili sono a spiga (pannocchia) e si situano nell'ascella delle foglie. I frutti possono essere bianchi o gialli e se ne ricava una farina di uso alimentare umano e animale. Trattando i frutti con il calore si ricavano fiocchi (pop-corn). Dai germi si ricava l'olio di mais, di uso alimentare. I principali produttori mondiali di mais sono USA, Cina e Brasile. ~ granoturco. 
Maissàna Comune in provincia di La Spezia (724 ab., CAP 19010, TEL. 0187). 
Maistre, Joseph de (Chambéry 1753-Torino 1821) Filosofo e politico, senatore del Regno d'Italia, nel 1802 fu inviato da Vittorio Emanuele I in Russia come ministro plenipotenziario e vi rimase fino al al 1817. Nelle sue opere, composte per la maggior parte in Russia, criticò il mondo moderno a favore della restaurazione, contrapponendo le verità della fede a quelle della ragione e auspicando l'unificazione di tutte le chiese nella chiesa cattolica. Le opere principali sono Considerazioni sulla Francia (1796), Sul papa (1819), Lettera sullo stato del cristianesimo in Europa (1819) e l'incompiuta Le serate di Pietroburgo (1821). 
Maitàni, Lorènzo (Siena 1270 ca.-Orvieto 1330) Architetto e scultore. Dopo aver realizzato i castelli di Montefalco e Castiglion del Lago, si dedicò alla ristrutturazione del duomo di Orvieto, rafforzando la costruzione con contrafforti e rifacendone la copertura della navata e la decorazione della facciata, considerata la migliore espressione del gotico italiano, con i sei Angeli di bronzo, i Simboli degli Evangelisti, la Madonna in trono della lunetta centrale, le Storie della Genesi e il Giudizio Universale

 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)