Novità del sito: Aggiornato elenco banche

Enciclopedia

Mamma ho riperso l'aereo: mi sono smarrito a New York Film commedia, americano (1992). Regia di Chris Columbus. Interpreti: Macaulay Culkin, Joe Pesci, Daniel Stern. Titolo originale: Home Alone 2 (Lost in New York) 
mammalogìa, sf. Branca della zoologia che studia i Mammiferi. 
mammalogìa, sf. Branca della zoologia che studia i Mammiferi. 
mammàna, sf. Levatrice. 
mammàrio, agg. Che riguarda la mammella. 
mammasantìssima, sm. invar. Capo della camorra o della mafia. 
mammèlla, sf. Organo ghiandolare dei Mammiferi, pari e simmetrico, deputato alla produzione del latte per il nutrimento della prole. Solo accennata nei maschi, è sviluppata nelle femmine ed è costituita da ghiandole acinose e dai dotti galattofori che convogliano il latte ai capezzoli. Il numero dei capezzoli e la loro disposizione varia da due a dodici. Il volume delle mammelle aumenta durante la gravidanza e l'allattamento. Le patologie a carico della mammella variano dalle malformazioni congenite, alle infiammazioni, dette mastiti, ai fibromi e ai tumori. ~ poppa, seno, petto. 
mammellóne, sm. 1 Rilievo di forma tondeggiante. ~ poggio. 2 Tubercolo posto sulla superficie di alcune parti nei vegetali. 
Mammì, Òscar (Roma 1926-) Politico. Deputato dal 1968 al 1994, eletto nelle file del partito repubblicano, fu più volte ministro delle poste e telecomunicazioni. È stato membro del Consiglio d'Europa. Diede il nome alla legge del 1990 che regola il sistema radiotelevisivo pubblico e privato e le concentrazioni editoriali. 
Mammìferi Classe di Vertebrati vivipari (con l'eccezione dei monotremi che sono ovovivipari) che nutre la prole con il latte prodotto dalle mammelle. Nei vivipari, la placenta permette di nutrire l'embrione direttamente nel grembo materno, così che solo a sviluppo completo si avrà la nascita e il distacco dal genitore. I marsupiali sono privi di placenta e la prole termina lo sviluppo nel marsupio. I monotremi non hanno placenta e sono ovipari. I Mammiferi hanno la pelle generalmente ricoperta da peli e dotata di ghiandole sudoripare tubulari, sebacee acinose e talvolta odorifere: sono omeotermi, e alla regolazione della temperatura corporea, mantenuta costante grazie all'attività metabolica, contribuisce anche il sistema di ghiandole. Particolari formazioni cutanee, di tipo corneo, sono le unghie e le corna. Il cranio è sviluppato per contenere i grossi emisferi cerebrali. Sviluppati sono gli organi di senso: di tatto, udito, vista, olfatto e gusto. La colonna vertebrale è suddivisa nelle regioni cervicale, toracica, lombare, sacrale e caudale. Alle vertebre toraciche sono articolate le costole che costituiscono la gabbia toracica. I Mammiferi presentano due paia di arti che terminano con dita in numero variabile da due a cinque. La lunghezza e la conformazione degli arti dipende dal tipo di locomozione. Hanno respirazione polmonare e duplice circolazione sanguigna con il cuore diviso in quattro cavità. L'apparato respiratorio comprende laringe, trachea, bronchi e polmoni. L'apparato digerente comprende la bocca, la faringe, l'esofago, lo stomaco e l'intestino, oltre a ghiandole come il fegato e il pancreas. La comparsa dei Mammiferi sulla Terra è fatta risalire al periodo Triassico, secondo alcuni derivando dai Rettili. L'esplosione dei Mammiferi sul pianeta data a dopo la scomparsa dei dinosauri, l'evento che segnò la fine dell'era dei Rettili. Le specie attuali si sono differenziate e specializzate a partire dall'Eocene: attualmente ne sono note circa 4.500. I principali ordini dei Mammiferi coprono una vastissima gamma: gli Insettivori (talpa, riccio), i Chirotteri (pipistrello), i Lagomorfi (lepre, coniglio), i Roditori (castori e marmotte, scoiattolo e topo), i ben noti Carnivori, predatori diffusi in tutto il mondo (leone, ghepardo, leopardo, tigre, orso, puma), i Cetacei (balena, delfino), i Proboscidati (elefante), gli Artiodattili e i Perissodattili, Erbivori (cavallo, zebra, bovini, suini, capre e pecore, bisonti, giraffe, cammelli, dromedari, lama), e i Primati, di cui anche l'uomo fa parte con lemuri e scimmie. 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)