Novità del sito: Covid19 - Contagi in Italia divisi per regione, provincia e giorno

Enciclopedia

mandèo, sm. Lingua dei mandei. È un dialetto aramaico affine, per sintassi e morfologia, al Talmud babilonese. 
Mandeville, Bernard de (Dordrecht, Olanda 1670-Hakney, Londra 1733) Medico e saggista. Tra le opere La favola della api, ossia vizi privati, pubblici vantaggi (1714). 
Mandiargues, André Pieyre de (Parigi 1909-1991) Scrittore francese. Allievo di André Breton e romanziere originale e fantasioso, si occupò anche di poesia, saggistica, traduzioni e critica d'arte. Tra le opere, da ricordare i romanzi La motocicletta (1963) e Il margine (1967), dai quali sono stati tratti due film di successo. 
mandìbola, sf. Osso impari mediano che nei Mammiferi costituisce la parte inferiore della bocca. Nell'uomo, la mandibola è a forma di ferro di cavallo; sul suo margine superiore si trovano gli alveoli dentari, e termina con due branche verticali che permettono l'articolazione con l'osso temporale del cranio. L'insieme di ossa e cartilagini che costituiscono la bocca dei Vertebrati è detta arcata mandibolare. La terza branca del nervo trigemino è detta nervo mandibolare. ~ mascella inferiore. 
mandibolàre, agg. Relativo alla mandibola. 
mandingo, sm. invar. Gruppo di popolazioni appartenenti al gruppo di popolazioni africane distribuite nei paesi dell'Africa occidentale, di origine sudanese. I mandingo hanno in comune la lingua e la religione islamica introdotta nell'XI e XII sec., con la creazione dell'impero Mali. Abili agricoltori e allevatori, sono oggi abituati ai costumi di vita europei e sono in maggioranza di religione islamica. Hanno statura medio alta, sono di corporatura longilinea e la carnagione di colore nero. Le principali etnie sono i bambara, i soninke e i malinke. 
mandòla, sf. Strumento musicale a corda simile al liuto. 
mandolinàta, sf. Sonata di mandolino. 
mandolinìsta, sm. e sf. (pl. m.-i) Suonatore di mandolino. 
mandolìno, sm. Strumento musicale a corde pizzicate appartenente alla famiglia del liuto. Derivato dalla mandola in uso dal XVI al XVII sec. soprattutto in Spagna, ne conserva le caratteristiche in minori proporzioni. Il mandolino ha una cassa di risonanza piriforme con fondo a strisce. Sotto al foro ovale di risonanza è situata una piastra per proteggere il legno dallo sfregamento del plettro. Strumento popolare diffuso in Italia, il mandolino è spesso usato insieme alla chitarra. Celebri musicisti scrissero numerose composizioni dedicate a questo strumento: il Concerto per due mandolini di Vivaldi, Cinque pezzi per mandolino e pianoforte di Beethoven; Mozart lo usò nell'opera Don Giovanni. 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)