Novità del sito: Cerca le coordinate geografiche su Google Maps

Enciclopedia

Massimiàno (? 498-Ravenna 556) Santo. Figura esemplare di vescovo di Ravenna, primo in occidente ricevette la nomina ad arcivescovo, con l'incarico di sovrintendere un gruppo di metropoli vescovili. La sua festa viene celebrata il 21 febbraio. 
Massimiàno, Màrco Aurèlio Valèrio (Pannonia ca. 240-Marsiglia 310) Imperatore romano che regnò insieme a Diocleziano dal 286 al 305 e dal 306 al 308. Padre dell'imperatore romano Massenzio e genero dell'imperatore Costantino il Grande, del quale aveva sposato la figlia Fausta. Fu Diocleziano stesso che, rinunziando al trono, lo costrinse nel 305 a lasciare la corona imperiale. L'anno successivo, però, riconquistò il potere e lo conservò fino a quando, nel 308, Diocleziano lo obbligò nuovamente ad abdicare. 
Massimiàno, Màrco Aurèlio Valèrio (Pannonia ca. 240-Marsiglia 310) Imperatore romano che regnò insieme a Diocleziano dal 286 al 305 e dal 306 al 308. Padre dell'imperatore romano Massenzio e genero dell'imperatore Costantino il Grande, del quale aveva sposato la figlia Fausta. Fu Diocleziano stesso che, rinunziando al trono, lo costrinse nel 305 a lasciare la corona imperiale. L'anno successivo, però, riconquistò il potere e lo conservò fino a quando, nel 308, Diocleziano lo obbligò nuovamente ad abdicare. 
Massimiliàno d'Asbùrgo (1558-1618) Arciduca d'Austria. Figlio dell'imperatore Massimiliano II d'Asburgo, tentò per due volte (nel 1588 e nel 1592) senza successo di impadronirsi del trono di Polonia. 
Massimiliàno di Baden (Baden-Baden 1867-Costanza 1929) Politico tedesco. Erede al trono del granducato del Baden, divenne cancelliere dell'impero germanico (dal 4 ottobre 1918). Tentò inutilmente di salvare il trono suggerendo all'imperatore Guglielmo II di abdicare e cedere il potere al governo provvisorio del socialista F. Ebert. Dopo il 1918, si ritirò dall'attività politica e si dedicò a iniziative culturali. Morì in esilio sul lago di Costanza. 
Massimiliàno Enrìco di Wittelsbach (? 1621-Bonn 1688) Arcivescovo di Colonia (1650), elettore. Nel 1671 concluse un trattato di alleanza con il re di Francia Luigi XIV, ma ne ebbe solo distruzioni e devastazioni fino alla conclusione della pace del 1674 con l'imperatore Leopoldo I d'Asburgo. 
Massimiliàno Ferdinando Giuseppe (Vienna 1832-Querétaro 1867) Arciduca d'Austria e imperatore del Messico. Fratello di Francesco Giuseppe, nel 1857 fu nominato governatore del Lombardo-Veneto e dopo la seconda guerra d'indipendenza si ritirò a Trieste nel castello di Miramare. Nel 1863, con l'aiuto di Napoleone III, ottenne la corona di imperatore del Messico, ma riuscì a mantenere l'impero soltanto con l'aiuto di truppe francesi. Nel 1867 fu rovesciato dall'esercito repubblicano guidato da B. Juarez e fucilato. 
Massimìno (comune) Comune in provincia di Savona (151 ab., CAP 12071, TEL. 019). Centro agricolo (ortaggi, frutta) nell'alta valle del Tanaro. 
Massimìno (eretico) (IV-V secolo) Vescovo dei Goti, eretico ariano. Associato a una spedizione militare in Africa, affrontò a Ippona sant'Agostino in un pubblico confronto teologico (428). 
Massimìno (santi) Nome di santi. 
Massimino di Treviri 
(Silly, Aquitania 285-346) Esponente dell'ortodossia religiosa nei confronti dell'eresia ariana, fu vescovo di Treviri. La sua festa viene celebrata il 29 maggio. 
Massimino di Provenza 
(IV secolo) Secondo notizie leggendarie avrebbe evangelizzato la Provenza, divenendo vescovo di Aix. La sua festa viene celebrata l'8 giugno. 

 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)