Enciclopedia

metencèfalo, sm. La parte del cervello embrionale che deriva dalla divisione della terza vescicola primitiva e dal quale hanno origine il ponte e il cervelletto. 
metèora, sf. 1 È un qualsiasi fenomeno atmosferico con carattere di precipitazione (pioggia, rugiada, grandine, neve ecc.), luminoso (arcobaleno, aloni, aurore boreali ecc.) o elettrico (fulmine, fuochi di Sant'Elmo ecc.). 2 Corpo dello spazio interplanetario, causato dalle polveri che vengono liberate dalle code delle comete lungo le proprie orbite; entrano nell'atmosfera terrestre ad alta velocità, provocando il fenomeno noto con il termine di stelle cadenti. La meteora infatti, entrando in contatto con l'atmosfera della Terra brucia completamente e produce una scia luminosa di durata limitata. ~ stella cadente. 
meteòrico, agg. (pl. m.-ci) Aggettivo con il quale si indica qualsiasi cosa inerente a meteorite. 
meteorìsmo, sm. Accumulo eccessivo di gas nei visceri dell'apparato digerente causato da aerofagia, da eccessiva fermentazione nell'intestino, da occlusione o da infiammazione. Viene spesso accompagnato da borborigmi intestinali e flatulenza e, quando sono presenti disturbi alla motilità intestinale o infiammazioni del tubo digerente o del fegato, si associa a senso di malessere e tensione dolorosa. Il meteorismo è un sintomo riscontrabile in numerose condizioni patologiche dell'apparato digerente, nell'insufficienza epatica, nelle enterocoliti e nelle stipsi ostinate di qualsiasi origine. 
meteorìte, sm. o sf. Frammento di corpo celeste, di dimensione e peso variabili, orbitante nel sistema solare e che cade su un pianeta. I meteoriti provengono soprattutto dalla fascia compresa tra le orbite di Marte e Giove, ricca di asteroidi. Se il pianeta colpito dal meteorite è privo di atmosfera (Mercurio, Luna) l'urto provoca la formazione di un cratere nel punto d'impatto, mentre sui pianeti dotati di atmosfera, come la Terra, l'attrito del meteorite con l'atmosfera provoca un forte surriscaldamento e il rallentamento della velocità iniziale, con conseguente fusione dello strato superficiale ed emissione di luce (scia luminosa) nonché frammentazione del corpo prima di giungere al suolo con formazione di un cratere. Solitamente vagano nello spazio disegnando orbite kepleriane intorno al Sole. I meteoriti sono classificati secondo la composizione chimica e si distinguono in sideroliti (composizione mista metallico-pietrosa), aeroliti (composti prevalentemente da silicati) e sideriti (composti prevalentemente da metalli, di solito ferro o nichel). 
meteorìtico, agg. (pl. m.-ci) Relativo a meteorite. 
meteoritologìa, sf. Disciplina che studia le origini delle meteoriti e che cerca in essa prove dell'esistenza di vita extraterrestre. 
meteorògrafo, sm. Strumento che registra i fenomeni meteorologici. 
meteorologìa, sf. Scienza che studia l'atmosfera terreste, i fenomeni che vi accadono e l'influenza sul clima. Il compito della meteorologia è l'interpretazione, sulla base delle leggi fisiche, dei fenomeni atmosferici studiati dalla meteorologia scientifica, dei dati e delle osservazioni messi a disposizione dalla meteorologia strumentale, al fine di descrivere i fenomeni atmosferici su larga scala e prevederne le evoluzioni (meteorologia sinottica). La complessità dei fenomeni e il grande numero di variabili di cui tenere conto richiedono l'uso di satelliti meteorologici per la raccolta di dati e di calcolatori elettronici per l'elaborazione dei dati raccolti. 
meteorologicaménte, avv. Dal punto di vista meteorologico. 

Mastodon

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Per contattare la redazione di Blia.it potete scrivere a: infoblia@gmail.com
(attenzione, blia.it non ha nessun rapporto con banche, scuole o altri enti/aziende, i cui indirizzi sono visualizzati al solo scopo di rendere un servizio agli utenti del sito)