Novità del sito: Covid19 - Contagi in Italia divisi per regione, provincia e giorno

Enciclopedia

moschicìda, agg. (pl. m.-i) Che serve a uccidere le mosche. 
Moschìno, Frànco (Abbiategrasso 1950-Pusiano 1994) Stilista. Si affermò per la trasgressiva e graffiante creatività. 
Mosciàno Sant'Àngelo Comune in provincia di Teramo (7.545 ab., CAP 64023, TEL. 085). 
mosciàra, sf. Nella pesca del tonno, barca sulla quale il rais dirige le operazioni. 
móscio, agg. (pl. f.-sce) 1 Floscio. ~ appassito. <> fiorente. 2 Depresso. 3 Senza consistenza, senza carattere. ~ fiacco. <> temprato, forte. era un tipo moscio
mòsco, sm. Mammifero (Moschus moschiferus) della famiglia dei Cervidi e dell'ordine degli Artiodattili. Di colore marrone, presenta canini superiori molto sviluppati negli esemplari maschi. Vegetariano, vive nelle foreste dell'Asia orientale. 
moscóne, sm. 1 Dittero simile alla mosca domestica, ma più grosso. 2 Galleggiante di diporto. 
Moscòva Fiume (502 km) della Russia. Nasce dalle colline a sud-ovest e confluisce nel fiume Oka, a sua volta affluente del Volga. Nel 1812, sulle sue rive, presso Borodino, avvenne una battaglia tra le truppe di Napoleone e quelle russe, che si concluse con la vittoria dei francesi. 
Moscòvia Nome dell'antico ducato di Mosca. Il ducato si formò nel XIII sec. e acquistò sempre maggior prestigio e potere politico fino al XIV e XV sec. Basilio I (1389-1425) fece della Moscovia un granducato, che con i suoi successori raggiunse la massima espansione. Nel XV sec. Ivan III riunì alla Moscovia altri ducati e fondò la Grande Russia. 
moscovìta, agg., sm. e sf. (pl. m.-i) agg. Relativo alla città di Mosca. 
sm. e sf. Abitante nella città di Mosca. 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)