Enciclopedia

ombelicàto, agg. Di oggetto che presenta al centro un rilievo rotondo. 
ombelìco, sm. Depressione tonda, situata nella linea di mezzo dell'addome, generata come cicatrice a seguito del taglio del cordone ombelicale. Nel feto rappresenta l'orifizio dell'addome attraverso cui il cordone ombelicale porta il nutrimento dalla placenta. 
Ombella-Mpoko Prefettura (151.000 ab.) della Repubblica Centrafricana, al confine con lo Zaire. Capoluogo Bimbo. 
ómbra, sf. Diminuzione di luminosità dovuta all'interposizione, tra la sorgente di luce e una superficie illuminata, di un corpo totalmente o parzialmente non trasparente. Se la sorgente è puntiforme, l'ombra di un oggetto è la proiezione dell'oggetto stesso sulla superficie illuminata. Se la sorgente non è puntiforme, si forma una zona detta di penombra, costituita dai punti illuminati solo da una parte della sorgente stessa. ~ buio, oscurità. <> chiaro, luce. 
Ombra del corpo del cocchiere, L' Romanzo di P. Weiss (1960). 
Ombra del passato, L' Film poliziesco, americano (1945). Regia di Edward Dmytryk. Interpreti: Dick Powell, Claire Trevor, Anne Shirley. Titolo originale: Murder, my Sweet 
ombràre, v. tr. 1 Coprire d'ombra. 2 Sfumare, ombreggiare. 
ombràre, v. tr. 1 Coprire d'ombra. 2 Sfumare, ombreggiare. 
ombratùra, sf. 1 Zona più scura su di una superficie chiara. 2 Ombreggiatura, soprattutto del disegno. 
ombré, sm. invar. Tessuto che presenta un effetto di sfumature. 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)