Novità del sito: Covid19 - Contagi in Italia divisi per regione, provincia e giorno

Enciclopedia

omeomòrfo, agg. Che presenta il fenomeno dell'omeomorfismo. 
omeòpata, sm. e sf. Medico che pratica l'omeopatia. 
omeopatìa, sf. Metodo terapeutico basato sull'impiego di minime quantità di composti, di origine vegetale, animale o minerale, che, in dosi normali, produrrebbero effetti simili all'affezione da curare, secondo il principio che ogni malattia dovrebbe essere curata con agenti simili a quelli che l'hanno provocata. In questo modo, si provocherebbe l'insorgenza di una malattia più debole di quella originaria, stimolando le difese dell'organismo e la sua capacità di guarigione. Fu sviluppata dal medico tedesco S. Hahnemann verso la fine del XVIII sec. ed è tuttora praticata in molti paesi, nonostante non sia riconosciuta dalla medicina ufficiale. 
omeopàtico, agg. e sm. agg. Che concerne l'omeopatia. 
sm. Chi cura con il metodo dell'omeopatia. 
omeopolàre, agg. 1 Di composto i cui atomi sono uniti da legami covalenti. 2 Dei legami che caratterizzano un composto omeopolare. 
omeopòlio, sm. Forma di mercato in cui i venditori offrono beni uguali dal punto di vista economico. 
omeopsònio, sm. Forma di mercato in cui gli acquirenti hanno una condizione economica identica. 
omeostàsi, sf. 1 Caratteristica di mantenere costanti le variabili fisiologiche del mezzo interno al variare delle condizioni esterne. Viene attuata attraverso meccanismi di regolazione. 2 In cibernetica indica la caratteristica di un sistema all'autoregolazione. 
omeostàtico, agg. (pl. m.-ci) Relativo all'omeostasi. 
omeotelèuto, agg. Che ha la stessa desinenza. 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)