Novità del sito: Mappe antiche

pateràcchio, sm. 1 Patto nuziale, matrimonio. 2 Accordo fra due o più persone. 3 In tono spregiativo, accordo poco chiaro, compromesso, intrigo. 
pateràzzo, sm. Sulle imbarcazioni, ognuna dei cavi fissi, per lo più metallici, che, congiuntamente alle sartie, servono a trattenere l'albero lateralmente e verso la poppa. 
pateréccio, sm. Infiammazione delle parti molli della mano o del piede. 
paternàle, sf. Rimprovero, ramanzina. ~ ammonimento, predica. 
paternalìsmo, sm. 1 Forma di governo in cui i provvedimenti presi in favore del popolo sono affidati alla benevolenza del sovrano e non si basano sui diritti del popolo stesso. 2 Atteggiamento benevolo e protettivo. il paternalismo di quel professore era fastidioso
paternalìstico, agg. (pl. m.-ci) Proprio del paternalismo. 
paternità, sf. Condizione di padre. 
patèrno, agg. Relativo al padre, che è proprio del padre. ~ tenero. 
Paternò Comune (44.000 ab.) della provincia di Catania situato sulle pendici meridionali dell'Etna. I primi insediamenti risalgono al neolitico; in seguito nella zona sorse un insediamento greco. Si svolgono attività agricole e industriali. 
Patèrno (comune) Comune in provincia di Potenza (4.170 ab., CAP 85050, TEL. 0975). 
Patèrno (monte) Gruppo montuoso delle Dolomiti orientali, al confine tra le province di Bolzano e di Belluno. Vetta più elevata il monte omonimo (2.746 m). 
Patèrno Càlabro Comune in provincia di Cosenza (1.456 ab., CAP 87040, TEL. 0984). 
Paternòpoli Comune in provincia di Avellino (3.118 ab., CAP 83052, TEL. 0827). 
paternòstro, sm. 1 Ognuno dei grani grossi del rosario che indicano la recita di un padrenostro. 2 Padrenostro. 
Paterson Opera di poesia di W. C. Williams (1945-1951). 
Paterson, Andrew Barton (1864-1941) Poeta australiano, noto anche con lo pseudonimo di Banjo. Tra le opere, The Man from Snowy River (1895), Rio Grande's Last Race (1902) e The Animals Noah Forgot (1933). 
patètico, agg. e sm. (pl. m.-ci) agg. Che mette tristezza e commozione. ~ penoso, pietoso. <> giocondo, lieto. non riusciva a sopportare quello sguardo patetico. 
sm. Caso, situazione o genere commovente. cadere nel patetico. 
pateticùme, sm. Uso esagerato di elementi patetici. 
Pathé, Charles (Chevry-Cossigny 1863-Montecarlo 1957) Nato da genitori di origine alsaziana, iniziò la sua carriera come costruttore e rivenditore di fonografi. Nel 1896, grazie al finanziamento avuto dai fratelli Emile, Jacques e Théophile fondò la società Pathé Frères, cominciando la produzione di filmati di ogni genere. Con l'aiuto del regista Ferdinand Zecca, la società riuscì a diventare, in poco più di dieci anni, la maggiore industria mondiale del cinema. Oltre alla produzione e distribuzione di film, fabbricava pellicole, macchine da proiezione e da presa. Realizzò e distribuì il primo cinegiornale (1906-1909) in diverse lingue. Si ritirò a vita privata nel 1929, cedendo l'azienda a Emil Natan che fondò la Pathé Natan. 
pathos, sm. invar. Intensità di sentimenti, profonda emozione suscitata dai pregi di un'opera d'arte. ~ commozione. 
<< indice >>

 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)