Novità del sito: Cerca le coordinate geografiche su Google Maps

Enciclopedia

RenéRacconto di F. R. de Chateaubriand (1802). Protagonista è René che, nato da famiglia nobile vittima della rivoluzione, dopo un'infanzia solitaria, cerca di calmare l'inquietudine con i viaggi. La disperazione lo porta vicino al suicidio. Lo salva l'affetto della sorella Amélie, la quale è tormentata da una passione incestuosa per il fratello. Scoperto casualmente il segreto, René parte per la Louisiana, mentre Amélie si chiude in un convento. L'opera faceva parte de Il genio del Cristianesimo, la grande apologia della religione; fu pubblicata separatamente nel 1805 unita ad Atala. La rappresentazione fascinosa della natura e dei paesaggi primitivi ha esercitato una forte influenza sulla letteratura dell'Ottocento. Il personaggio di René, essere tormentato e inquieto, assetato di infinito, è uno dei primi eroi romantici. 
rène, sm.Ghiandola, tipica dei Vertebrati, che ha la funzione di secernere l'urina. I reni sono due e nell'uomo sono situati nella fossa lombare, ai lati della colonna vertebrale, ove il rene sinistro è qualche centimetro più alto rispetto al destro. La forma è a fagiolo, con asse maggiore verticale. Ha colore rosso scuro, superficie liscia, lunghezza di circa 12 cm e un peso di circa 170 g. È rivestito da una capsula connettivale ed è sormontato dalla capsula surrenale o surrene. Nel lato interno vi è una concavità detta ilo renale, dalla quale entra l'arteria renale e fuoriescono l'uretere e la vena uretrale. Il rene esegue il filtraggio del sangue portato a esso tramite l'arteria renale e reimmesso in circolo dalle vene renali. I rifiuti sono espulsi sotto forma di urina. Il rene elimina le sostanze tossiche e regola la pressione arteriosa con la renina. 
renèlla, sf.Sabbia che si forma nei reni. 
renétta, sf.Mela dal sapore acido. 
Renger-Patzsch, Albert(Würzburg 1897-Wamel 1966) Fotografo tedesco specializzato in paesaggi. 
réni, sf. pl.Regione lombare. 
Rèni, Guìdo(Calvenzano 1575-Bologna 1642) Pittore, uno dei più insigni componenti della scuola bolognese. Discepolo di Calvaert e dei Carracci, dal 1600 al 1614 operò specialmente a Roma; successivamente a Bologna. Il suo primo periodo fu caratterizzato da un certo classicismo accademico (Martirio di San Pietro, 1604 e Aurora, 1612). In seguito, aderì maggiormente allo stile barocco, creando i prodromi dell'Arcadia. In tutte le sue opere sono visibili elementi come l'equilibrio, la proporzione e il rapporto armonico delle forme e dei colori, che rivelano un pittore abile talvolta capace di notevole penetrazione psicologica. Si veda, per esempio, il Ritratto della madre (Bologna, Pinacoteca Nazionale), così chiamato anche se mancano prove che l'immagine rappresenti la madre del pittore. Tra le altre opere si ricordano, Gesł coronato di spine (1630, Detroit, Detroit Institute of Arts), La strage degli innocenti (1612, Bologna, Pinacoteca Nazionale), Pietą (1614-1616, Bologna, Pinacoteca Nazionale), Fatiche d'Ercole (1617-1621, Parigi, Louvre), Cristo al Calvario (1620-1625, Schleissheim, Neues Schloss), Lucrezia (Potsdam, Neues Palais), Adorazione dei pastori (1640-1642, Londra National Gallery e Napoli, Certosa di San Martino) e Cleopatra (1640-1642, Roma, Pinacoteca Capitolina). 
rènio, sm.Elemento chimico, simbolo Re, numero atomico 75, peso atomico 186,31, raro in natura, non si trova allo stato libero. Fonde ad altissime temperature (3.180 °C). Viene impiegato con determinate leghe per produrre contatti elettrici esposti all'acqua salata e nella lavorazione delle olefine. 
renitènte, agg. e sm.agg. Restio, riluttante. 
sm. Chi non si presenta alla chiamata per il servizio militare obbligatorio. 
renitènza, sf.L'essere renitente e il reato di chi non si presenta all'arruolamento. 

 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)