Novità del sito: Mappe antiche

Enciclopedia

ResistenciaCittà (228.000 ab.) dell'Argentina, sul Río Paran´. Capoluogo della provincia di Chaco. 
resistènte, agg.1 Che resiste. ~ robusto, forte. <> fragile. 2 Che non cede. ~ duro, solido. <> debole, delicato. 
resistènza, sf.1 L'azione del resistere. ~ solidità. <> debolezza. 2 Opposizione a uno scopo. 
resistènza (movimento)Storicamente, la resistenza è il movimento europeo sorto con il fine di opporsi politicamente e con le armi al nazifascismo durante la seconda guerra mondiale, con la connotazione di lotta di liberazione nazionale e per la difesa della dignità e della libertà dell'uomo. In Iugoslavia e Grecia furono prevalenti le diversità politiche ed etniche, mentre in Scandinavia tutte le forze politiche si fusero in un unico movimento unitario. In Italia la resistenza assunse connotazioni particolari rispetto agli altri paesi in quanto nacque dopo la dissoluzione dell'esercito; le prime avvisaglie della resistenza si ebbero con il tentativo di difesa della capitale da parte del popolo e dell'esercito (8-10 settembre 1943), la rivolta di Napoli (23 settembre-1° ottobre) e altri episodi analoghi in varie città. Il 9 settembre si costituì a Roma il Comitato di liberazione nazionale (CNL), costituito dai principali partiti antifascisti (DC, PCI, PLI, PSIUP, Partito d'azione, PRI). Ma la resistenza propriamente detta venne a crearsi nelle regioni del centro nord, ancora sotto il giogo dei nazifascisti, con la formazione di nuclei partigiani e del Comitato di liberazione Alta Italia (CLNAI), che nel 1944 costituì il governo straordinario del Nord. Nel marzo del 1944 con un imponente sciopero venne impegnato oltre un milione di operai nella lotta, mentre il movimento armato si costituiva in brigate e divisioni coordinate formando il Corpo volontari della libertà. Dopo l'abdicazione di Vittorio Emanuele III e la nomina del di lui figlio a luogotenente del regno, nell'aprile del 1944 si formò il governo Badoglio con la partecipazione di comunisti, democristiani e liberali. Posteriormente alla liberazione di Roma (giugno 1944) si formò un governo Bonomi con soli antifascisti. Nel novembre del 1944 gli alleati sospesero le operazioni militari e la resistenza conobbe un momento di crisi, caratterizzato dalle feroci rappresaglie nazifasciste (Fosse Ardeatine, Boves, Marzabotto). L'obbiettivo militare della resistenza venne raggiunto a primavera con l'insurrezione armata dell'aprile 1945 e la conseguente liberazione dei grandi centri del nord congiuntamente alle forze anglo-americane. 
Resistenza e resaOpera autobiografica e teologica di D. Bonnhoefer (1951). 
resistenziàle, agg.Relativo a ogni movimento di resistenza. 
resìstere, v. intr.1 Opporre a una forza un'altra forza. ~ contrastare. <> arrendersi. 2 Opporsi a un attacco nemico. ~ contrastare, lottare. <> cedere. 3 Trattenersi, controllarsi. ~ frenarsi, misurarsi. non seppe resistere alla disperazione. 4 Sopportare. resistere alla fame
Resistibile ascesa di Arturo Ui, LaDramma di B. Brecht (1941). 
resistività, sf.Resistenza specifica dei materiali conduttori di elettricità. 
resistóre, sm.Apparecchio che esercita una resistenza al passaggio di corrente, determinando una caduta di tensione. 

 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)