Novità del sito: Mappe antiche

Enciclopedia

sagràto, sm. Spazio, in genere sopraelevato di pochi gradini, antistante la chiesa. 
sagrestàno, sm. Colui che è addetto alla sagrestia e cura la pulizia della chiesa. ~ chierico, sacrista. 
sagrestìa, sf. Luogo in cui si conservano gli arredi sacri e i paramenti sacerdotali, in genere annesso alla chiesa. 
sagrì, sm. invar. Pelle utilizzata per fabbricare scarpe, borse e coperture di libri. 
sagrì, sm. invar. Pelle utilizzata per fabbricare scarpe, borse e coperture di libri. 
Sagrón Mis Comune in provincia di Trento (220 ab., CAP 38050, TEL. 0439). 
sagù, sm. invar. Fecola, ricavata dal midollo di una pianta simile alla palma. 
Sagunto Città della Spagna (55. 000 ab.) nella provincia di Valencia, celebre per la conquista da parte di Annibale (220-219 a. C.) che scatenò la seconda guerra punica. 
Sagunto Città della Spagna (55. 000 ab.) nella provincia di Valencia, celebre per la conquista da parte di Annibale (220-219 a. C.) che scatenò la seconda guerra punica. 
Sahara Estesa regione dell'Africa del nord, caratterizzata da molti paesaggi desertici con clima arido e, politicamente, divisa tra Egitto, Libia, Tunisia, Algeria, Marocco, Sahara occidentale, Mauritania, Mali, Niger, Ciad e Sudan. Il territorio si estende dal mar Rosso alla costa atlantica, venendo solcato dalla valle del Nilo. I paesaggi tipici, sotto l'azione del vento, sono le grandi aree dunose (erg), le piatte estensioni di pietrisco granulare (senir) e le distese rocciose affioranti, molto levigate (hamada); vi sono vie d'acqua, consistenti in alvei di fiumi (uidian), ricchi di acqua solo in caso di piogge abbondanti. Nei pressi di affioramenti della falda freatica si può individuare una vegetazione anche rigogliosa (oasi) e una produzione di datteri, frutta, orzo, ortaggi ecc. La popolazione del Sahara è costituita da arabi, berberi e tebu; le popolazioni sono per lo più nomadi, praticano la pastorizia, vivono in tribù, sono di religione musulmana. Sono stati scoperti giacimenti di petrolio, ferro, manganese, cromo, diamanti e sodio. Grazie ai reperti litici del Paleolitico e del Neolitico, ai graffiti e affreschi su roccia, è stato possibile individuare la presenza, fin dalla preistoria, di importanti insediamenti umani, principalmente cacciatori e pescatori. Fin dall'epoca romana, l'utilizzo del cammello come mezzo di locomozione e di trasporto ha consentito di incrementare l'attività commerciale, anche con le coste mediterranee. Nel VII sec. sono gli arabi a imporre la loro cultura e la loro religione, sostituendosi ai berberi; l'islam viene diffuso in tutta la zona sahariana, entrando spesso in conflitto con altre religioni, oltre che in contatto con altri regni (Ghana, Mali, Songhai). Nella parte occidentale, dominano gli almoravidi, mentre nel sud fioriscono le culture sudanesi (Timbuctù). Verso la metà del XVIII sec., inizia la penetrazione francese nella parte centroccidentale; nel 1888 la Spagna fonda la colonia della Costa d'Oro e nel 1912 l'Italia conquista la Libia. 

 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)