Novità del sito: Cerca le coordinate geografiche su Google Maps

Enciclopedia

Assìno Torrente (40 km) dell'Umbria, affluente del Tevere. 
assiografìa, sf. Disciplina che studia l'origine e la storia dei titoli e delle dignità ecclesiastiche e nobiliari. 
assiòlo, sm. Detto anche assiuolo, è un uccello rapace notturno (Otus scops), appartenente alla famiglia degli Strigidi e all'ordine dei Strigiformi; è simile alla civetta, ma più piccolo, con un piumaggio grigio e bruno e un corpo di circa 20 cm di lunghezza. È solito nidificare nelle cavità dei tronchi di parchi e giardini, si ciba di insetti, lucertole e rane. La specie è molto diffusa in Europa e nella parte settentrionale dell'Asia. 
assiologìa, sf. Qualsiasi teoria filosofica dei valori o dei canoni interpretativi della realtà. 
assiòma, sm. Nelle scienze moderne è uno degli enunciati iniziali di una teoria, assunti senza dimostrazione, dai quali si ricavano i teoremi. 
Caratteristiche in genere richieste agli assiomi sono l'indipendenza (un assioma non deve derivare da un altro assioma) e la coerenza (un assioma non può contraddirne un altro). In matematica, e in genere nell'ambito scientifico e nel linguaggio comune, i termini assioma e postulato sono usati come sinonimi, anche se in filosofia vengono (o, almeno, un tempo venivano) distinti: il primo a indicare una cosa di per sé valida, una verità evidente, il secondo a indicare una affermazione non dimostrata né dimostrabile, ma necessaria e accettatata, anche se di per sé non evidente. 
assiomàtico, agg. 1 Di assioma, che ha carattere di assioma, ~ evidente, sicuro. <> discutibile. 2 Contrassegnato da assolutezza. 
assiòmetro, sm. Strumento che indica l'inclinazione del timone di una nave su di un quadrante graduato. 
assìri Popolazione antica dell'Assiria di origine semitica. La monarchia assira fu fondata sulle rovine dell'impero sumerico nel 2003 a. C. ca. e viene solitamente suddivisa in tre periodi: impero antico (2003-1365 a. C.) durante il quale fiorì sotto Shamshiadad (1749-1717 a. C.) e poi venne conquistata dai babilonesi; impero medio (1365 932 a. C.) durante il quale gli assiri conquistarono Babilonia con Tukultininurta (1243-1207 a. C. ca.) e la costa del Mediterraneo; impero nuovo (936-612 a. C.) che vide la conquista di Damasco, Israele, Fenicia, Babilonia, Egitto fino alla distruzione della capitale Ninive nel 612 a opera dei medi. 
La struttura della monarchia assira era aristocratico-militare, con molti elementi mediati dalla civiltà babilonese: l'economia basata sull'agricoltura e sul commercio fioriva grazie allo sfruttamento dei paesi conquistati. La lingua assira utilizzava caratteri cuneiformi: il babilonese era comunque la lingua dei poeti e letterati, come testimoniato dalla biblioteca di Assurbanipal, ricca di oltre 20.000 tavolette, rinvenuta a Ninive. L'arte assira riprende i temi dell'arte mesopotamica dei sumeri, esemplificata nello Ziqqurat di Ur o tempio torre con sovrapposizione fino a sette piani di bastioni inclinati, aggiungendo motivi realistici di celebrazione del sovrano: scene di caccia e di guerra sono scolpite sulla base della reggia di Assurbanipal a Ninive. La torre di Babele, ziqqurat a pianta circolare con scala di accesso a spirale ordinata da Nabucodonosor, risale al 626 a. C. 
Assìria Regione storica abitata dagli Assiri. Parte settentrionale della Mesopotamia, sul bacino di Mosul, aveva come città principali Assur, Kalah, Ninive. 
assiriologìa, sf. Lo studio archeologico o filologico della civiltà assira e in genere delle civiltà antiche caratterizzate da scritture cuneiformi. 

 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)