Enciclopedia

sclerofìta, agg. e sf. Di pianta che si è adattata, mediante metamorfosi dei suoi organi aerei, a vivere in ambienti più o meno secchi. 
scleròmetro, sm. Dispositivo utilizzato per misurare la durezza di un materiale. 
scleroproteìna, sf. In biochimica, proteina semplice, generalmente insolubile in acqua e non attaccata dagli enzimi proteolitici, caratterizzata dall'avere una molecola il cui rapporto lunghezza-largezza è superiore a dieci. È un costituente dei tessuti fibrosi e di sostegno. ~ proteina fibrosa. 
sclerosàre, v. tr. Colpire con sclerosi, far indurire i tessuti. 
scleroscòpio, sm. Denominazione non appropriata di uno strumento atto a determinare la durezza di un corpo in base all'altezza raggiunta da una piccola sfera molto dura che viene lasciata rimbalzare su di una superficie del materiale in prova da un'altezza predefinita. 
scleròsi, sf. invar. Indurimento dei tessuti organici con conseguente loro progressiva perdita di elasticità e funzionalità. 
sclerospòra, sf. Genere di Funghi Mastigomiceti peronosporali della famiglia delle Peronosporacee che parassitano le graminacee. 
scleròtico, agg. (pl.-ci) Colpito da sclerosi. ~ sclerotizzato. 
sclerotìnia, sf. Genere di Funghi Ascomiceti appartenenti all'ordine delle Eloziali, famiglia delle Sclerotiniacee, che parassitano le piante coltivate. 
sclerotizzàre, v. v. tr. Rendere debole e inerte. 
v. intr. pron. Essere colpito da sclerosi. 

Mastodon

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Per contattare la redazione di Blia.it potete scrivere a: infoblia@gmail.com
(attenzione, blia.it non ha nessun rapporto con banche, scuole o altri enti/aziende, i cui indirizzi sono visualizzati al solo scopo di rendere un servizio agli utenti del sito)