Enciclopedia

Senòfane (Colofone ca. 570 a. C.-?) Poeta e filosofo greco. Tra le opere Sulla natura delle cose
Senofónte (Atene 430 ca. a. C.-354 ca. a. C.) Scrittore e storico greco. Nato da famiglia di elevata condizione sociale, ebbe un'educazione adeguata al suo stato. Frequentò Socrate, pur restando distaccato dalla concezione filosofica del maestro. Nel 401 a. C. si unì ad altri mercenari greci e partecipò alla campagna di Ciro il Giovane, che voleva combattere e sconfiggere il fratello Artaserse, re di Persia. I motivi della decisione non sono chiari. Senofonte aveva probabilmente l'incarico di stendere un resoconto dell'impresa. Quando Ciro cadde nella battaglia di Cunassa (401 a. C.), mentre i generali greci furono uccisi a tradimento, Senofonte assunse la guida dei 10.000 mercenari sopravvissuti. In una dura e pericolosa marcia in territorio impervio e ostile condusse l'esercito in salvo fino al mare. Da questa avventura nacque la sua opera più nota intitolata l'Anabasi (letteralmente, marcia verso l'interno). La spedizione di Ciro aveva avuto l'appoggio spartano. Senofonte continuò a collaborare con gli spartani e seguì il re spartano Agesilao nella battaglia di Cheronea (394 a. C.) contro la coalizione della quale faceva parte anche Atene. L'ideologia ebbe in lui la meglio sul legame con la patria. Dallo stato spartano ebbe in dono una proprietà a Scillunte, presso Olimpia. Avvenuta la riconciliazione tra Sparta e Atene, il bando contro Senofonte venne revocato. Senofonte scrisse molto e in campi diversi. Tra le altre opere, sono da ricordare le Elleniche, opera storiografica che copre il periodo dal 410 a. C. al 362 a. C., la Ciropedia, saggio sull'educazione o piuttosto romanzo storico e pedagogico, i Memorabili di Socrate, l'Apologia di Socrate, l'Economico, dialogo sull'amministrazione della casa contenente un elogio dell'agricoltura e, indirettamente, della funzione della donna come collaboratrice, il Simposio, e, infine, il Cinegetico, trattato sulla caccia, la cui autenticità è da taluni studiosi messa in dubbio in base a considerazioni riguardanti lo stile. La lingua di Senofonte è un modello di armonia e di misura, tende alla chiarezza e alla vivacità delle descrizioni, con accenti di simpatia umana e di partecipazione, anche se per il suo intento divulgativo resta aliena dalle raffinatezze stilistiche. 
senoniàno, sm. Piano del Cretaceo superiore. È compreso tra il Turoniano e il Maestrichtiano ed è suddiviso nei sottopiani Conaciano, Santoniano e Campaniano. 
Senorbì Comune in provincia di Cagliari (4.228 ab., CAP 09040, TEL. 070). 
sensàle, sm. Mediatore di vendite e acquisti. ~ procacciatore, intermediario. 
sensataménte, avv. In modo saggio, giudizioso. 
sensatézza, sf. L'essere sensato. 
sensàto, agg. Di buon senso, saggio. ~ logico, razionale. <> insensato, irrazionale. 
sensazionàle, agg. Che provoca impressione, interesse. ~ clamoroso, eclatante. 
sensazionalìsmo, sm. sing. Tendenza a far risaltare in modo eccessivo certe notizie, a renderle o considerarle sensazionali. 


Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Per contattare la redazione di Blia.it potete scrivere a: infoblia@gmail.com (attenzione, blia.it non ha nessun rapporto con banche, scuole o altri enti/aziende, i cui indirizzi sono visualizzati al solo scopo di rendere un servizio agli utenti del sito)