Enciclopedia

seràcco, sm. (pl.-chi) Blocco di ghiaccio che si stacca dal ghiacciaio. 
seraficaménte, avv. Con tranquillità, senza fretta. 
seràfico, agg. (pl. m.-ci) 1 Da serafino. 2 Calmo, placido, tranquillo. 
serafìno, sm. Il coro angelico più vicino al trono di Dio. 
Serafino Film commedia, italiano (1968). Regia di Pietro Germi. Interpreti: Adriano Celentano, Ottavia Piccolo, Saro Urzí. 
seràle, agg. Che si tiene o è relativo alla sera. ~ vespertino, crepuscolare. <> diurno, mattutino, notturno. 
Serào, Matìlde (Patrasso, Grecia 1856-Napoli 1927) Scrittrice e giornalista, greca di nascita, ma napoletana di elezione. Cominciò a scrivere giovanissima come giornalista, successivamente scrisse racconti e romanzi aderendo al verismo, arricchito da analisi psicologiche e intimistiche e dipingendo il popolo della piccola borghesia romana e napoletana. Tra le sue opere, La virtý di Checchina (1884), Il ventre di Napoli (1884), Il romanzo della fanciulla (1886), Il paese di Cuccagna (1890). 
seràta, sf. 1 La sera, vista in termini di condizioni atmosferiche o di durata. <> mattinata. 2 Ricevimento organizzato. ~ festa, galà. serata di gala, serata d'onore, in onore di qualcuno. 
Serata con il signor Testa, La Saggio di P. Valery (1896). 
Serate di Médan, Le Raccolta di novelle di vari scrittori francesi, tra i quali G. de Maupassant, É. Zola e J. K. Huysmans (1880). 


Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Per contattare la redazione di Blia.it potete scrivere a: infoblia@gmail.com (attenzione, blia.it non ha nessun rapporto con banche, scuole o altri enti/aziende, i cui indirizzi sono visualizzati al solo scopo di rendere un servizio agli utenti del sito)