Enciclopedia

sikhara, sm. invar.Tipica sovrastruttura dei templi indiani formata da più piani a pianta quadrata leggermente rientranti gli uni rispetto agli altri. 
SikiangFiume della Cina (1.958 km) formato dalla confluenza dell'Hungshui e dello Yu. Bagna Wuchow e Canton e sfocia nel mare Cinese meridionale con un ampio delta, presso Hong Kong. Nel suo corso superiore prende il nome di Hongshui; principali affluenti sono i fiumi Xiang, Kuai, Bei e Dong. Per gran parte del suo corso attraversa profonde gole, ha numerosi canali artificiali ed è una delle più importanti vie d'acqua di interesse commerciale della Cina. Navigabile per quasi tutta la sua lunghezza, le navi di alto mare lo risalgono fino a Wuzhou. Il suo bacino idrografico ha una superficie di circa 328.000 km2
SikkimStato federato indiano che si estende sul versante meridionale dell'Himalaia (7.298 km2, 317.000 ab.), lungo la valle del fiume Tista e sovrastato dai monti Kangchenjunga (8.063 m), Pauhunri e Chomo Yummo. Confina a sud con l'India (Bengala occidentale), a sud-est con il Buthan, a nord-est con la Cina e a ovest con il Nepal. Capitale Gangtok. Prevalentemente montuoso, ha clima tropicale e la sua economia si basa soprattutto sull'agricoltura (frutta, cereali, cardamomo, riso, grano, tè; la produzione delle patate è solo per il consumo locale) e sull'allevamento di ovini e caprini. Si trovano anche giacimenti minerari d'oro, argento, ferro zinco e grafite. Fiorente è l'artigianato della lavorazione della lana e del rame. La popolazione è formata dalle tribù dei Bhotia e Lepcia e da immigrati nepalesi e tibetani. Il Sikkim è una monarchia ereditaria con a capo dello stato un maragià che esercita il potere coadiuvato da un consiglio privato e da un consiglio esecutivo. Fondato nel 1641 da una nobile famiglia tibetana, fu ceduto nel 1816 dal sovrano locale alla Gran Bretagna perché lo difendesse dalle invasioni gurkha. Il protettorato rinnovato negli anni 1861 e 1888 ottenne il riconoscimento della Cina, che era titolare della sovranità nominale, nel 1890. Diventato autonomo nel 1947, il 5 dicembre dello stesso anno stipulò un trattato di protettorato con l'India, in base al quale il controllo della politica estera, delle comunicazioni e della difesa veniva affidato al governo di Nuova Delhi. Tra il 1965 e il 1967 si verificarono gravi incidenti di frontiera con truppe cinesi (la Cina rivendicava alcuni territori). Dal 1975 è diventato il ventiduesimo stato dell'India. 
Sik-Sik l'artefice magicoCommedia di E. De Filippo (1930). 
Silenzio 
Romanzo di S. Endo (1969). 
SìlaMassiccio montuoso costituito da un vasto altopiano dell'Appennino meridionale che occupa la parte centrale della Calabria, costituito da scisti e gneiss che poggiano su una massa di rocce granitiche con formazioni mioceniche e quaternarie. Viene tradizionalmente suddiviso in Sila Greca a nord (monte Paleparto, 1.481 m), Sila Grande al centro (monte Botte Donato, 1.929 m), e Sila Piccola a sud (monte Gariglione, 1.766 m). Rappresenta la maggior ricchezza boschiva di tutta l'Italia meridionale. Principale risorsa è l'allevamento bovino e ovino. Esportazione di legname da ardere e da opera. Numerosi i bacini artificiali per la produzione di energia elettrica (lago Ampollino, Arvo, di Cecita). La Sila è servita da una ferrovia e da una buona rete stradale. È in via di sviluppo il turismo sia estivo che invernale (Camigliatello Silano, Sangiovanni in Fiore, Silvana Mansio, Villaggio Mancuso, Villa Racisi). È stata inserita nel parco nazionale della Calabria. 
Silàndro(in ted. Schlanders) Comune in provincia di Bolzano (5.366 ab., CAP 39028, TEL. 0473). 
silàno, sm.Termine generico con cui vengono denominati alcuni composti del silicio che presentano analogie con gli idrocarburi. 
SilànusComune in provincia di Nuoro (2.516 ab., CAP 08017, TEL. 0785). 
Sìle(95 km, bacino 630 km2) Fiume veneto che nasce da risorgive di Castelfranco Veneto, bagna Treviso (dove riceve le acque del fiume Botteniga) e sfocia nel Piave in cui venne deviato per evitare l'insabbiamento della laguna veneta dove un tempo sfociava. Fiume ricco di acque, è navigabile per 68 km e ha regime regolare. 
SilèaComune in provincia di Treviso (8.671 ab., CAP 31057, TEL. 0422). 

Mastodon

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Per contattare la redazione di Blia.it potete scrivere a: info@blia.it
(attenzione, blia.it non ha nessun rapporto con banche, scuole o altri enti/aziende, i cui indirizzi sono visualizzati al solo scopo di rendere un servizio agli utenti del sito)