Enciclopedia

spazialménte, avv. Dal punto di vista dell'occupazione dello spazio. 
Spaziàni, Marìa Luìsa (Torino 1924-) Poetessa e saggista. Nelle sue composizioni confluiscono suggestioni dell'ermetismo e ricerche personali dell'autrice. Negli ultimi lavori, si rileva un tono più colloquiale e narrativo. Tra le opere, Primavera a Parigi (1954), Il gong (1962), Utilità della memoria (1967), Ultrasuoni (1976), Geometria del disordine (1981), La stella del libero arbitrio (1986), Torri di vedetta (1990). Ha pubblicato anche saggi di letteratura francese, oltre a varie traduzioni. 
spaziàre, v. v. intr. Muoversi ampiamente nello spazio. da quell'altura l'occhio poteva spaziare su tutta la vallata
v. tr. Creare, inserire spazi nella rappresentazione tipografica. 
spaziatóre, sm. Che serve a distribuire spazio in una composizione. 
spaziatrìce, sf. Barra delle tastiere di computer o delle macchine da scrivere che permette di inserire uno spazio nel testo che si sta scrivendo. 
spaziatùra, sf. L'inserire e distribuire gli spazi in una composizione. 
spazieggiàre, v. tr. Distanziare parole o lettere con più spazi, in una composizione tipografica. 
spazientìre, v. v. tr. Far perdere la pazienza. 
v. intr. pron. Perdere la pazienza, irritarsi. 
spazientìto, agg. Irritato, agitato. 
spàzio, sm. (pl.-i) 1 L'estensione in cui sono si trovano i corpi geometrici o reali. 2 L'ambito in cui si muove un corpo celeste. 3 Estensione limitata che può essere libera o occupata da corpi, oggetti. 4 Distanza geometrica, intervallo che separa due oggetti, dato in una certa unità di misura. 5 Periodo di tempo. 6 Intervallo fra due caratteri, in una stampa tipografica. 


Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Per contattare la redazione di Blia.it potete scrivere a: infoblia@gmail.com (attenzione, blia.it non ha nessun rapporto con banche, scuole o altri enti/aziende, i cui indirizzi sono visualizzati al solo scopo di rendere un servizio agli utenti del sito)