Enciclopedia

spennacchiàre, v. v. tr. Strappare le penne, in varie zone. 
v. intr. Perdere le penne in alcune zone. 
spennacchiàto, agg. 1 Privo di penne in modo totale o quasi. 2 Che è senza capelli. 
spennàre, v. v. tr. 1 Strappare le penne. 2 Far pagare in modo eccessivo. 
v. intr. pron. Perdere le penne. 
spennellàre, v. tr. Passare un pennello intriso di qualche sostanza colorante, su una superficie. 
spennellàta, sf. L'atto di spennellare velocemente. 
spennellatùra, sf. L'operazione di spennellare. 
Spenser, Edmund (Londra 1552-1599) Poeta inglese, il massimo lirico dell'età elisabettiana. Dotato di profonda cultura classica, elaborò un linguaggio poetico di grande musicalità e di scrupolosa cura formale. Il suo capolavoro è il poema La regina delle fate (1590-1595) di cui rimangono i primi sei libri. Altre opere, Il calendario del pastore (egloghe pastorali, 1579), Il racconto di Mamma Hubbard (poema satirico, 1591), Quattro inni (1594), Amoretti (sonetti, 1595), Discorso sullo stato attuale dell'Irlanda (1596), Epitalamion (1596). 
spensieratàggine, sf. Distrazione, spensieratezza. 
spensieratézza, sf. L'essere distratto, spensierato, sereno. 
spensieràto, agg. 1 Che non ha problemi o preoccupazioni. 2 Incosciente. 


Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Per contattare la redazione di Blia.it potete scrivere a: infoblia@gmail.com (attenzione, blia.it non ha nessun rapporto con banche, scuole o altri enti/aziende, i cui indirizzi sono visualizzati al solo scopo di rendere un servizio agli utenti del sito)