Novità del sito: Aggiornato elenco banche

Enciclopedia

suppletìvo, agg. 1 Che serve da integrazione, supplemento, aggiunta. 2 Che fornisce indicazioni per casi non esplicitamente contemplati. 
supplì, sm. invar. Crocchetta fritta nell'olio, composta da riso, formaggio, uova e carne tritata. 
sùpplica, sf. (pl.-che) 1 L'atto di supplicare. 2 Le parole dette supplicando. 3 Implorazione, richiesta. 
supplicànte, agg. e sm. agg. Che chiede supplica. 
sm. Chi supplica. 
supplicàre, v. tr. Pregare, implorare per ottenere qualcosa. ~ scongiurare, impetrare. 
supplicatòrio, agg. Simile a una supplica, nel genere o nel tono. ~ supplichevole. 
supplicazióne, sf. 1 Il supplicare. ~ supplica. 2 Scritto con il quale si chiedeva un favore a una persona potente o autorevole. ~ richiesta. 
sùpplice, agg., sm. e sf. agg. Supplichevole. ~ implorante. 
sm. e sf. Chi supplica. 
supplichévole, agg. Che supplica, che ha toni di supplica. 
Supplici, Le Tragedia di Euripide (421 a. C.). È una delle 19 tragedie di Euripide conservate (delle circa 90 attribuitegli). Le madri dei combattenti caduti a Tebe insieme a Polinice supplicano il re di Atene Teseo di intervenire sul re tebano Creonte che non vuole restituire i corpi dei loro figli. Anche il re di Argo, Adrasto, si unisce alla richiesta di intervento. Teseo si lascia convincere, batte i tebani e riporta in patria i sette morti. La moglie di uno dei caduti, Evadne, si getta sul rogo. L'opera è stata interpretata dai critici come un'esaltazione della democrazia di Atene. 
Supplici, Le 
Tragedia di Eschilo (463 a. C.). 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)