Novità: Emeroteca digitale

Enciclopedia

Trogìidi Famiglia di Insetti Psocotteri. 
troglodìta, sm. e sf. (pl. m.-iti) 1 Uomo primitivo che viveva nelle caverne. ~ aborigeno, cavernicolo. 2 Individuo rozzo. 
troglodìtico, agg. (pl. m.-ci) 1 Relativo ai trogloditi. 2 Rozzo. 
Troglodìtidi Famiglia di Uccelli Passeriformi dal becco allungato. 
trògolo, sm. 1 Contenitore rettangolare utilizzato per il bucato. 2 Mangiatoia per i suini. 
Trogònidi Famiglia di Uccelli Trogoniformi che hanno il primo e il secondo dito volti all'indietro e il terzo e il quarto rivolti in avanti. 
Trogonifórmi Ordine di Uccelli a cui appartiene la sola famiglia dei Trogonidi. 
tròia, sf. 1 Scrofa. ~ porca, porcella. 2 Donna dai facili costumi. ~ prostituta, meretrice. 
Tròia (comune) Comune in provincia di Foggia (7.898 ab., CAP 71029, TEL. 0881), posto a 439 m di altitudine. Ha una cattedrale dell'XI sec., splendido esempio di architettura romanica con influssi pisani e orientali, porte in bronzo, pulpito del XII sec., pregevole rosone a undici raggi e un ricco tesoro. 
Tròia (storia) Antica capitale della Troade in Asia Minore. La leggenda narra che fu fondata da Dardano e che venne chiamata così dal nipote del fondatore, Tros o Troo. Fiorì in particolare sotto il regno di Priamo, figlio di Laomedonte, ma proprio in questo periodo vide anche la sua fine a opera dei greci comandati da Agamennone. La guerra di Troia costituisce il tema dell'Iliade e rappresenta un motivo fondamentale della tradizione mitica greca. Prove decisive dell'esistenza della città vennero fornite dagli scavi condotti dal 1871 nel sito identificato da Schliemann e Dörpfeld in corrispondenza dell'altura di Hisarlik. I lavori proseguirono dal 1932 al 1938 a opera di Blegen e riportarono alla luce nove strati sovrapposti di abitazioni e resti databili dal 3200 a. C. al 400 d. C. La Troia narrata da Omero fu riconosciuta nel settimo strato. I più antichi strati risalgono al III millennio a. C. e testimoniano la presenza di una fortezza. Verso la fine del II millennio a. C. la città venne distrutta prima probabilmente da un terremoto e poi da un incendio che è stato collegato alla conquista achea. Tra l'VIII e il VII sec. a. C. venne invasa da barbari di provenienza tracia e poi colonizzata da popolazioni eoliche e tessaliche (VII sec.). Nel V sec., a seguito della conquista da parte di Serse, venne inglobata nella satrapia persiana della Frigia, indi subì ulteriori invasioni da Alessandro Magno, Seleucidi, Antioco III di Siria e dai romani, che con Cesare e Augusto la ricostruirono e abbellirono. La fine dell'impero romano comporta anche la perdita delle notizie su Troia. 


Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Per contattare la redazione di Blia.it potete scrivere a: info@blia.it
(attenzione, blia.it non ha nessun rapporto con banche, scuole o altri enti/aziende, i cui indirizzi sono visualizzati al solo scopo di rendere un servizio agli utenti del sito)