Novità del sito: Covid19 - Contagi in Italia divisi per regione, provincia e giorno

Enciclopedia

Valentàno Comune in provincia di Viterbo (2.923 ab., CAP 01018, TEL. 0761). 
valènte, agg. 1 Che vale; provetto, abile, esperto. ~ esperto. <> inetto. 2 Valoroso. 
Valènte, Flàvio (Pannonia 328-Adrianopoli 378) Dal 364 fu imperatore romano d'oriente, al potere con il fratello Valentiniano I. Riformò l'amministrazione dello stato e consolidò le difese dell'impero. Lottò contro i persiani, guidati da Sapore II, per l'occupazione dell'Armenia (370). Dal 376 dovette arginare la discesa nei Balcani dei visigoti, che premevano sui confini dell'impero e che lo invasero in seguito allo spostamento degli unni verso occidente. I visigoti lo sconfissero e uccisero ad Adrianopoli. 
valenteménte, avv. In modo valente. 
Valènti, Osvàldo (Istanbul 1906-Milano 1945) Attore cinematografico. Avendo collaborato con i tedeschi, venne assassinato con Luisa Ferida dai partigiani. Interpretò Ettore Fieramosca (1938) e La cena delle beffe (1941). 
valentìa, sf. Qualità di chi è valente. ~ bravura, capacità, abilità. 
Valentin, Jean (Coulommiers 1591-Roma 1632) Pittore francese. Tra le opere Grande concerto (ca. 1626, Parigi, Louvre) e Martirio dei santi Processo e Martiniano (1620, Vaticano, Pinacoteca Vaticana). 
Valentin, Karl (Monaco 1882-1948) Attore e commediografo tedesco. Influenzò la crescita di B. Brecht. 
Valentìni Terràni, Lucìa (Padova 1946-Seattle 1998) Cantante lirica, mezzosoprano. Apprezzata interprete rossiniana, sia per le opere buffe sia per i lavori drammatici. 
Valentiniàno Nome di sovrani. 
Valentiniano I 
(Pannonia 321-Brigezio 375) Succedette a Gioviano nel 364. Cedette l'oriente al fratello Valente e si dedicò a rafforzare le strutture amministrative dell'impero e a fronteggiare la situazione militare. Lottò a lungo contro gli alemanni in Gallia, vincendoli a Solicinium (365), mentre il generale Flavio Teodosio liberava la Britannia da Pitti e Scoti. Nel 374 affrontò le invasioni in Pannonia e qui morì. 
Valentiniano II 
(Treviri 371-Vienne 392) Figlio di Valentiniano I e di Giustina, che governò in sua vece fino al 387, anno in cui Magno Massimo usurpò il trono, salì al potere nel 388, grazie all'aiuto di Teodosio. Morì in circostanze oscure. 
Valentiniano III 
(Ravenna 419-Roma 455) Figlio di Costanzo III e di Galla Placidia, salì al trono nel 425. Grazie all'impegno del generale Ezio, che nel 451 riuscì a fermare gli unni di Attila, ristabilì in parte i confini dell'impero. Fece uccidere Ezio e fu poi eliminato da una congiura. Durante il suo governo l'impero d'occidente decadde definitivamente. 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)