Novità del sito: Covid19 - Contagi in Italia divisi per provincia e giorno

Enciclopedia

hussìta, agg., sm. e sf. (pl. m.-i) 1 Relativo all'hussitismo. 2 Di seguace dell'hussitismo. 
Huston, John (Nevada 1906-Middletown 1987) regista cinematografico americano. Autore di film di successo internazionale, nei vari generi. Il mistero del falco (1941), Il tesoro della Sierra Madre (1947), per il quale gli venne assegnato il premio Oscar, Giungla d'asfalto (1950), La regina d'Africa (1952), Moby Dick (1956), La Bibbia (1964-1965), L'onore dei prizzi (1985), Gente di Dublino (1987). 
Hutchinson, Lucy (Londra 1620-1676?) Scrittrice inglese. Nota per la sua biografia intitolata Memorie della vita del colonnello Hutchinson (pubblicata postuma nel 1806) sulla vicenda del marito, colonnello J. Hutchinson, firmatario della condanna a morte del re Carlo I, arrestato dopo la restaurazione. 
Hutchinson, trìade di Caratteristiche della sifilide congenita (cheratite parenchimatosa, sordità, incisivi mediali con margine a semiluna). 
Hutt Città (123.000 ab.) della Nuova Zelanda, nella regione di Wellington. 
Hutton, Betty (Battle Creek, Michigan 1921-) Attrice, ballerina e cantante americana il cui vero nome è Elisabeth June Thornburg. Attrice brillante e satirica, tra le sue interpretazioni si ricordano Bionda incendiaria (1945), La storia di Pearl White (1947) e Anna prendi il fucile (1950). 
hutu, sm. e sf. invar. Popolazione africana del gruppo bantu che vive nella regione dei gradi laghi africani, in Ruanda, Burundi e Uganda. 
Huxley, Aldous Leonard (Godalming 1894-Hollywood 1963) Scrittore inglese. Nelle sue opere, pervase di pessimismo, fa analisi critica della società borghese del suo tempo allargando la critica stessa alla tecnologia e al progresso scientifico incontrollato. Tra le sue opere, Foglie secche (1925), Punto contro punto (1928), Il mondo nuovo (1932), Il tempo si deve fermare (1944), I diavoli di Loudun (1952), Le porte della percezione (1954), L'isola (1962). 
Huxley, Andrew Fielding (Hampstead 1917-) Fisiologo inglese. Trovò il meccanismo ionico implicato nell'eccitazione della membrana delle cellule nervose. Nel 1963, con J. C. Eccles e A. L. Hodgkin, fu insignito del premio Nobel per la medicina grazie ai suoi studi di fisiologia. 
Huxley, Julian Sorell (Londra 1887-1975) Biologo inglese. Compì studi di biologia generale, genetica, embriologia. Si occupò in particolare dell'evoluzione umana dal punto di vista etico sociale, asserendo l'importanza della trasmissione culturale sull'eredità biologica ai fini della sopravvivenza, importante quanto l'adattamento del suo patrimonio genetico. 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)