Novità del sito: Covid19 - Contagi in Italia divisi per regione, provincia e giorno

Enciclopedia

Karakum Regione desertica del Turkmenistan, tra l'Amudarja e il Kopet Dag. 
Karamanlis, Konstandinos (Proti 1907-Atene 1998) Politico greco di tendenze conservatrici. Fondò l'Unione nazionale radicale e fu presidente del consiglio dal 1955 al 1963. Dopo un esilio volontario a Parigi durante la dittatura militare, fu richiamato in Grecia nel 1967 e diresse un governo di centro destra ripristinando lo statuto nel 1974. Presidente della repubblica dal 1980 al 1985 e dal 1990 al 1995. 
Karamzin, Nikolaj Michajlovic (Michajlovka 1766-San Pietroburgo 1826) Romanziere e storico russo. Tra le opere La povera Lisa (1792) e Storia dello stato russo (1804-1826). 
Karandónis, Andréas (Andro 1910-Atene 1982) Critico letterario e poeta greco. Fondatore nel 1935 della rivista Ta nea grßmmata (Lettere nuove), fu un grande ammiratore di G. Seféris. Tra le opere, le raccolte di versi Oroscopo (1957), Episodi (1964) e Storie di fantasmi (1972) e i saggi PalamÔs (1932), Poesia greca contemporanea (1958), Fisionomie (1959), Proiezioni (1965), La nostra poesia dopo SefÚris (1976) e Opere poetiche (1977). 
karaoke, sm. invar. Esibizione nella quale un dilettante canta canzoni in genere famose, accompagnato da una base musicale, leggendo il testo su un monitor. 
Karatau Catena montuosa della Russia, nel Kazakistan meridionale. Vetta più elevata il monte Bessaz (2.176 m). 
karatè, sm. invar. Arte marziale giapponese (letteralmente a mano nuda) caratterizzata da una preparazione mentale al combattimento e da una tecnica costituita da colpi inferti di taglio con mani e piedi. Nel moderno karatè il colpo viene arrestato prima di colpire l'avversario. 
karate, sm. invar. Sport nazionale giapponese che si disputa in un quadrato di 8 m di lato e in incontri di tre minuti il cui scopo è di mettere fuori combattimento l'avversario in modo simulato, ossia senza colpirlo realmente. Esistono categorie di peso. 
Kardelj, Edvard (Lubiana 1910-1979) Politico iugoslavo. Dal 1941 al 1945 fu tra i capi della resistenza al nazifascismo. Dal 1946 al 1963 fu vicepresidente del consiglio e con Tito teorizzò il comunismo iugoslavo. 
Kardiner, Abram (New York 1891-Easton 1981) Antropologo statunitense. Analizzò le reazioni infantili, prima nella psiche individuale e quindi nei miti, nelle dottrine religiose e nei rituali. Tra le opere L'individuo e la societÓ (1939) e Le frontiere psicologiche della societÓ (1945). 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)