Enciclopedia

Upolu Isola (115.000 ab.) delle Samoa, nell'oceano Pacifico. Città principale Apia, capitale dello stato. 
Upper River Divisione (111.000 ab.) del Gambia orientale, capoluogo Basse. 
uppercut, sm. invar. Nel pugilato, montante. ~ gancio. 
Uppsala Città (175.000 ab.) della Svezia, sul fiume Fyris. Capoluogo della contea omonima (279.000 ab.), a 60 km da Stoccolma, nella regione dell'Uppland. Le principali industrie sono quelle meccaniche, farmaceutiche, alimentari ed editoriali. Centro culturale, vi ha sede la più antica università della Svezia costruita nel 1477 (la sua biblioteca ha più di due milioni di volumi, di cui 28.000 manoscritti). Importante centro religioso dall'XI sec., è sede arcivescovile e vi si incoronano i re di Svezia. Numerosi sono i monumenti storici quali la chiesa della Trinità, il castello e il palazzo Gustavianum. 
uprighting, sf. invar. Termine che indica, in ortodonzia, il movimento per portare la radice di un dente coricato in avanti nella posizione ortogonale fisiologica. 
UPT Sigla di Ufficio Provinciale del Tesoro. 
up-to-date, loc. agg. invar. Molto aggiornato, alla moda. 
ùpupa, sf. Uccello (Upupa epops) della famiglia degli Upupidi e dell'ordine dei Coraciformi. Di colore marrone, bianco e nero, presenta una cresta sul capo. Ha un becco lungo e sottile con il quale cattura gli insetti e i piccoli animali che vivono nel terreno. Vive nelle zone aperte dell'Europa, dell'Africa e dell'Asia centromeridionale. Migratore e nidificante in Italia nelle cavità degli alberi. Per tutto il periodo della cova la femmina viene nutrita dal maschio. 
Upùpidi Famiglia di Uccelli coraciiformi di piccole dimensioni diffusi in Asia, Africa ed Europa, rappresentata in Italia dall'upupa. 
Ur Antica città sumerica sull'Eufrate le cui rovine sorgono vicino all'odierno centro iracheno di Tell el-Muqaiyar. Se ne hanno testimonianze a partire dal IV millennio a. C. Ebbe un periodo di splendore nel millennio successivo, con la I dinastia, a cui seguì l'occupazione degli accadi. Riacquistata l'indipendenza nel II millennio, seguì un nuovo periodo di splendore con la III dinastia, a cui risale il più antico codice legislativo attestato. In seguito fu conquistata dai babilonesi e dai persiani e nel V sec. fu abbandonata. Gli scavi archeologici condotti da L. Woolley negli anni 1922-1934, hanno portato alla luce il tempio di Nantar, con le tombe reali, con il famoso stendardo di Ur, del IV millennio a. C. 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)