Opere d'arte in Lombardia

Codice scheda1m020-00152
Numero catalogo generale00679833
Ente schedatoreR03/ Musei Civici di Como
Gruppo oggettipittura
Definizione oggettodipinto
Numero oggetti
Categoria generale soggettoritratto
Identificazione soggettoRITRATTO MASCHILE DI POSTINO
Titolo soggettoIl postino
Nome provinciaComo
ComuneComo
Tipologia edificio di collocazionepalazzo
Qualificazione edificio di collocazionecomunale
Denominazione edificio di collocazionePalazzo Volpi
Denominazione spazio viabilistico (indirizzo edificio di collocazione)Via Diaz, 84
Denominazione struttura conservativa - livello 1 (nome istituto di conservazione)Musei Civici di Como
Denominazione struttura conservativa - livello 2 (nome istituto di conservazione)Pinacoteca Civica di Palazzo Volpi
Tipologia struttura conservativamuseo
Denominazione collezione di appartenenza dell'oggetto
Secolo (datazione dell'oggetto)sec. XX
Frazione di secolo (datazione dell'oggetto)
Da (datazione dell'oggetto)1923 post
A (datazione dell'oggetto)1923 ante
Autore/Nome sceltoPeluzzi Eso
Ente collettivo/Nome scelto
Dati anagrafici/Periodo di attività dell'autore1894/ 1985
Riferimento all'autore
Denominazione ambito culturale
Riferimento all'intervento
Materia e tecnicagesso su cartoncino
Unità di misura
Altezza182
Larghezza63.5
Profondità
Diametro
Lunghezza
Descrizione oggettoIl personaggio è visto rontalmente, mentre si aaccia dall'uscio di un bancone tenendo nella destra un paio di occhiali.
Notizie storico-criticheIl dipinto che rappresenta un postino aacciato da un bancone u realizzato dal pittore ligure subito dopo il suo esordio alla mostra personale del 922 alla Società Promotrice delle Belle Arti di Torino. Pittore prevalentemente di paesaggio la critica riconosce tra le prove migliori del Peluzzi quelle eseguite durante il primo periodo di soggiorno al Santuario di Savona 99-923 - al quale si ascrivono anche tre dipinti conservati nella Pinacoteca Civica di Como oltre a questo i dipinti con i nn. inv. 80 8 - nei quali il pittore reinterpreta in chiave originale il divisionismo italiano: inatti sensibile intreprete della lezione di pelizza scandisce la luce attraverso un acceso cromatismo ed una pennellata densa e pastosa Beringhelli 99 237. Va inoltre rilevato che il Peluzzi espose a Como proprio nel 923 presso l'Istituto G. Carducci in occasione della VII esposizione autunnale d'arte e nuovamente nel 925.
Data stato di conservazione2000
Stato di conservazionebuono
Condizione giuridicaproprietà Ente pubblico territoriale
Data compilazione2000
Nome compilatoreVirgilio Giovanna
Specifiche ente schedatoreR03/ Musei Civici di Como
Referente scientifico compilazione
Funzionario responsabile compilazioneCasati Letizia
Data trascrizione
Nome trascrittore
Ente trascrittore
Data aggiornamento
Nome aggiornatore
Ente aggiornatore
Funzionario responsabile aggiornamento
Plus Codes8FQFR34M+W7