Opere d'arte in Lombardia

Codice scheda1m050-00038
Numero catalogo generale00178200
Ente schedatoreR03/ Musei Civici di Como
Gruppo oggettipittura
Definizione oggettodipinto
Numero oggetti46
Categoria generale soggettoritratto
Identificazione soggettoRitratto di Nicolò Leoniceno
Titolo soggetto
Nome provinciaComo
ComuneComo
Tipologia edificio di collocazionepalazzo
Qualificazione edificio di collocazionecomunale
Denominazione edificio di collocazionePalazzo Volpi
Denominazione spazio viabilistico (indirizzo edificio di collocazione)Via Diaz, 84
Denominazione struttura conservativa - livello 1 (nome istituto di conservazione)Musei Civici di Como
Denominazione struttura conservativa - livello 2 (nome istituto di conservazione)Pinacoteca civica
Tipologia struttura conservativamuseo
Denominazione collezione di appartenenza dell'oggettoCollezione Paolo Giovio
Secolo (datazione dell'oggetto)sec. XVI
Frazione di secolo (datazione dell'oggetto)
Da (datazione dell'oggetto)1521
A (datazione dell'oggetto)1521
Autore/Nome sceltoDossi Dosso
Ente collettivo/Nome scelto
Dati anagrafici/Periodo di attività dell'autore1487 ca.-1542
Riferimento all'autore
Denominazione ambito culturale
Riferimento all'intervento
Materia e tecnicaolio su tela
Unità di misuracm
Altezza85
Larghezza72
Profondità
Diametro
Lunghezza
Descrizione oggettoRitratto rontale a mezzo busto di uomo anziano con un libro aperto tra le mani. ondo neutro.
Notizie storico-criticheIl dipinto u eseguito a errara tra il marzo e il maggio del 52 dietro richiesta di Paolo Giovio al duca Alonso d'Este. Il 2 giugno del 52 Giovio scrive da irenze al duca per ringraziarlo dell'invio del ritratto. Il quadro a parte della celebre collezione di ritratti di uomini illustri creata da Paolo Giovio e deinitivamente collocata nel quinto decennio del Cinquecento nelle sale della sua villa Il Museo costruita in riva al lago nel Borgo Vico di Como tra 537 e 543. Alla ine del Cinquecento gli eredi di Paolo Giovio traserirono i ritratti degli uomini illustri nel palazzo di città attuale sede del Museo Civico Archeologico dividendoli in diversi lotti. Il ritratto di Nicolò Leoniceno dopo vari passaggi ereditari pervenne alle collezioni civiche di Como nel 972 con il lascito Acchiappati. Il dipinto raigura il medico e umanista Nicolò da Lonigo detto Leoniceno 428-524 attivo a errara presso la corte estense e l'ateneo.Una copia del dipinto si trova nella Pinacoteca Ambrosiana e un'altra presso la villa Soave di Capiago. cr.B.asola 985 p.77 n.222.
Data stato di conservazione2014
Stato di conservazionebuono
Condizione giuridicaproprietà Ente pubblico territoriale
Data compilazione2000
Nome compilatoreOrsenigo G.
Specifiche ente schedatore
Referente scientifico compilazione
Funzionario responsabile compilazioneCasati Letizia
Data trascrizione
Nome trascrittore
Ente trascrittore
Data aggiornamento2014
Nome aggiornatoreVanoli Paolo
Ente aggiornatoreCO
Funzionario responsabile aggiornamento