Opere d'arte in Lombardia

Codice scheda1m050-00046
Numero catalogo generale00178121
Ente schedatoreR03/ Musei Civici di Como
Gruppo oggettipittura
Definizione oggettodipinto
Numero oggetti46
Categoria generale soggettoritratto
Identificazione soggettoRitratto di giovane
Titolo soggetto
Nome provincia
ComuneComo
Tipologia edificio di collocazionepalazzo
Qualificazione edificio di collocazionecomunale
Denominazione edificio di collocazionePalazzo Volpi
Denominazione spazio viabilistico (indirizzo edificio di collocazione)Via Diaz, 84
Denominazione struttura conservativa - livello 1 (nome istituto di conservazione)Musei Civici di Como
Denominazione struttura conservativa - livello 2 (nome istituto di conservazione)Pinacoteca Civica di Palazzo Volpi
Tipologia struttura conservativamuseo
Denominazione collezione di appartenenza dell'oggetto
Secolo (datazione dell'oggetto)sec. XVI
Frazione di secolo (datazione dell'oggetto)metà
Da (datazione dell'oggetto)1540 ca.
A (datazione dell'oggetto)1560 ca.
Autore/Nome sceltoBronzino Agnolo
Ente collettivo/Nome scelto
Dati anagrafici/Periodo di attività dell'autore1503-1572
Riferimento all'autore
Denominazione ambito culturale
Riferimento all'intervento
Materia e tecnicaolio su tavola
Unità di misuramm
Altezza590
Larghezza445
Profondità
Diametro
Lunghezza
Descrizione oggetto
Notizie storico-criticheIl ritratto venne probabilmente tolto dal Museo di Borgovico per essere portato nella collezione di Ottavio Giovio situata nella casa avita dei Giovio oggi corrispondente al Museo Archeologico. cr. R.Pavoni 983 p.38. Qui rimase agli eredi con cognome Giovio ino circa alla metà del xix secolo quando l'ultimo discendente rancesco Giovio divise ra le iglie la collezione dei ritratti. Questo dipinto passò probabilmente a Beatrice Mollinary dato che il ritratto venne donato al Museo di Como dalla Acchiappati erede Mollinary.Non si è trovata menzione di questo quadro negli scritti del Giovio nè in documenti relativi al Museo. Esso presenta nella conigurazione del volto tratti tipici di personaggi di casa Medici e in particolare di Cosimo I e dei suoi igli. Il ritratto potè venire in possesso del Giovio durante il suo ultimo soggiorno a irenze nel 55-2 o più probabilmente venne inviato al Museo dopo la morte del Giovio. cr. P.L.D Vecchi 8 p.45.
Data stato di conservazione
Stato di conservazionebuono
Condizione giuridicaproprietà Ente pubblico territoriale
Data compilazione2000
Nome compilatoreOrsenigo G.
Specifiche ente schedatoreR03/ Musei Civici di Como
Referente scientifico compilazione
Funzionario responsabile compilazioneCasati Letizia
Data trascrizione
Nome trascrittore
Ente trascrittore
Data aggiornamento
Nome aggiornatore
Ente aggiornatore
Funzionario responsabile aggiornamento
Plus Codes8FQFR34M+W7