Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

Logo Blia.it

Novità del sito: Accadimenti italiani sui quotidiani dell'epoca

  

Novità del sito: Primi esperimenti con la Carta d'Identità Elettronica (CIE)

 

caminièra, sf. 1 Parafuoco metallico posto di fronte al caminetto. 2 Specchio sopra al camino a scopo ornamentale. 3 Mensola che sporge superiormente dal caminetto. 
Camìno Comune in provincia di Alessandria (845 ab., CAP 15020, TEL. 0142). 
camìno, sm. 1 Costruzione sistemata a ridosso del muro su cui si fa fuoco per cucinare o per riscaldarsi collegata, direttamente, alla canna fumaria che sbocca sul tetto. ~ caminetto. 2 Canna fumaria. 3 Parte terminale di una costruzione da cui escono i prodotti della combustione; comignolo. ~ ciminiera. 4 Nell'alpinismo si chiama camino l'incavatura tra due pareti rocciose, sufficientemente larga da permettere all'arrampicatore di introdursi completamente. 5 Condotto naturale da cui fuoriescono i materiali di eruzione. ~ fumaiolo. 
Camìno al Tagliaménto Comune in provincia di Udine (1.706 ab., CAP 33030, TEL. 0432). 
Camìno, Gheràrdo da (1240 ca.-1306) Signore di Feltre, Treviso e Belluno. 
Camìno, Rizzàrdo da (?-1312) Signore di Feltre, Treviso e Belluno. 
càmion, sm. invar. Autocarro, tir. ~ autotreno. 
camionàbile, agg. e sf. Strada che può essere percorsa da camion. 
camionàle, sf. Strada adatta al transito di autoveicoli pesanti da trasporto. 
camioncìno, sm. Piccolo camion usato per trasportare merci. ~ furgone. 
camionétta, sf. Piccolo autocarro veloce in dotazione specialmente alle forze armate e a quelle di polizia. ~ fuoristrada. 
camionìsta, sm. (pl.-i) Conducente di camion. 
Camisàno Comune in provincia di Cremona (1.143 ab., CAP 26010, TEL. 0373). 
Camisàno Vicentìno Comune in provincia di Vicenza (7.620 ab., CAP 36043, TEL. 0444). 
camìta, sm. e sf. (pl. m.-i) Chi appartiene alla razza camita. 
camìtico, agg. e sm. (pl. m-ci) agg. Dei discendenti di Cam. 
sm. Lingua camitica. 
camitosemìtico, agg. e sm. (pl. m.-i) Del gruppo linguistico costituito dall'insieme delle lingue semitiche e camitiche che presentano affinità nel lessico e nella struttura morfologica. 
càmma, sf. Elemento meccanico di forma arrotondata con il quale si attua la trasformazione del movimento rotatorio in movimento rettilineo alternativo. L'organo a cui la camma trasmette il movimento viene chiamato cedente. Esistono tre tipi fondamentali di camme: a disco, a tamburo e a traslazione. Il primo tipo è costituito da un disco, montato su un albero rotante, nel quale viene ritagliato il profilo necessario per trasmettere il moto voluto al cedente. Il tipo a tamburo è una variante di quello a disco, nella quale il disco è sostituito da un cilindro, sulla cui superficie viene incisa una scanalatura di forma adatta, e il cedente si muove seguendo tale scanalatura. Nella camma a traslazione, infine, il profilo attivo è intagliato in un piatto che compie un movimento lineare, spostando il cedente in senso verticale. La camma ha un numero infinito di applicazioni in qualsiasi tipo di macchina; una delle più diffuse è l'albero a camme presente in quasi tutti i motori a combustione interna con il compito di comandare apertura e chiusura delle valvole di aspirazione e di scarico del cilindro. 
Cammaràno, Michèle (Napoli 1835-1920) Pittore. Tra le opere Terremoto a Torre del Greco (1862, Napoli, Museo Nazionale di San Martino) e La battaglia di Dogali (1888-1896, Roma, Galleria Nazionale d'Arte Moderna). 
Cammaràno, Salvatóre (Napoli 1801-1852) Librettista. Tra le opere Lucia di Lammermoor (1835) e Il trovatore (1853). 
<< indice >>