Home page
tabaccherìa, sf. Rivendita di tabacchi e di generi di monopolio statale. ~ privativa, tabaccaio. 
Tabàcchi, Odoàrdo (Valganna, Varese 1831-Milano 1905) Scultore. Tra le opere Monumento ad Arnaldo da Brescia (1892, Brescia). 
tabacchicoltóre, sm. (f.-trìce) Chi coltiva il tabacco. 
tabacchicoltùra, sf. Coltivazione del tabacco. 
tabacchièra, sf. Piccola scatola, adibita a contenitore di tabacco da fiutare. 
tabacchifìcio, sm. (pl.-ici) Stabilimento in cui viene fatta la lavorazione del tabacco. 
tabacchìno, sm. (f.-a) 1 Chi lavora nella manifattura dei tabacchi. 2 Tabaccaio. 
tabàcco, sm. (pl.-chi) 1 Pianta dalle grandi foglie ovali. 2 Ciò che si ottiene essiccando e lavorando le foglie di questa pianta. 
tabaccóne, sm. (f.-ona) Chi è solito fiutare senza sosta o masticare il tabacco. 
tabaccóso, agg. Che fa odore o è sporco di tabacco. 
tabacòsi, sf. Pneumoconiosi che affligge i lavoratori del tabacco causata dall'inalazione delle polveri di foglie. 
tabàgico, agg. (pl.-ci) Che è relativo, dovuto al tabacco. 
tabagìsmo, sm. Intossicazione cronica da tabacco tipica dei fumatori (causata dalla nicotina e da altre sostanze tossiche presenti nel tabacco, a cui si aggiungono composti tossici prodotti durante la combustione). I danni più importanti sono quelli a carico dell'apparato respiratorio (maggiore predisposizione allo sviluppo di cancro dei polmoni e della cavità orale) e all'apparato cardiovascolare (maggior rischio di coronaropatia, ictus, …). 
tabagìsta, sm. e sf. (pl.-isti) Chi è affetto da tabagismo. 
Tabànidi Famiglia di Insetti Ditteri Ortorafi, più noti col nome di tafani. 
tabarin, sm. invar. Locale pubblico in cui si organizzano serate danzanti o spettacoli di varietà. 
tabàrro, sm. Pastrano, grosso e pesante mantello da uomo. ~ cappa, palandrana. 
Tabarro, Il => ¤Trittico¤ 
tabàsco, sm. Salsa piccante utilizzata come condimento di vivande. 
Tabasco (Messico) Stato (1.502.000 ab.) del Messico sudorientale, al confine con il Guatemala. Capitale Villahermosa.