Home page
Mònaco di Bavièra Città (1.210.000 ab.) tedesca e capoluogo della Baviera. Attraversata dal fiume Isar è un grande centro commerciale, culturale e industriale. Le principali risorse sono rappresentate dalle industrie meccaniche, ottiche, elettroniche, automobilistiche, del tabacco, della birra, alimentari, conciarie, editoriali e del legno. Notevoli anche le attrattive turistiche, soprattutto durante l'Oktoberfest. Nel XII sec. la città si sviluppò sotto Enrico il Leone e nel 1255 divenne la sede dei duchi di Baviera. Nel XVI sec. appoggiò Carlo V, diventando il centro di riferimento del cattolicesimo in Germania. Dal 1806 fu sede dei re di Baviera. Dopo la prima guerra mondiale fu sede del famoso Putsch di Hitler. Il massimo sviluppo si è avuto con il secondo dopoguerra. Nel 1972 vi si sono tenute le Olimpiadi. Numerosissimi i monumenti e le località di interesse culturale (Max Planck Institute, università, Deutsches Museum). Di epoca medioevale l'Altes Rathaus (XIV-XV sec.), la Peterskirche (XII-XIV sec.) e la cattedrale gotica di Frauenkirche. Del periodo barocco e rococò la Teatinerkirche (XVII sec.) e il castello di Nymphenburg con il parco. 
Convegno di Monaco 
Incontro del 1938 tra Inghilterra (lord Chamberlain), Francia (E. Daladier), Italia (B. Mussolini) e Germania (A. Hitler), organizzato per cercare una soluzione al problema dei Sudeti. L'arrendevolezza di Inghilterra e Francia convinse Hitler a continuare la politica di espansionismo nazista, sfociata l'anno successivo nell'invasione della Polonia e nello scoppio della seconda guerra mondiale. 
Monaco, Il Romanzo di M. G. Lewis (1796). 
mònade, sf. 1 Entità indivisibile che costituisce l'essenza delle cose. 2 In meccanica statistica, ogni unità di una classe di elementi fra loro simili. 
monadèlfo, agg. Relativo agli stami che hanno i filamenti concresciuti in un'unica colonna (es. genziana e malva). 
monadìsmo, sm. Concezione filosofica che concepisce la realtà come una pluralità di monadi. 
Monadologia Opera di filosofia di G. W. Leibniz (postuma, 1720). 
Monagas Stato (503.000 ab.) del Venezuela, sull'oceano Atlantico. Capitale Maturín. 
Monaghan Contea (52.000 ab.) dell'Irlanda nordorientale, nella regione di Ulster. 
Monàle Comune in provincia di Asti (843 ab., CAP 14013, TEL. 0141). 
monàndro, agg. Detto di fiore a un solo stame. 
monàrca, sm. (pl.-chi) 1 Chi, da solo, ha il supremo governo di uno stato. ~ imperatore. 2 Re, sovrano. ~ sire. 
Monarchia Trattato di Dante Alighieri (1313-1318). 
monarchìa, sf. 1 Regime politico caratterizzato dall'accentramento dei poteri supremi nelle mani del monarca. ~ regno. monarchia ereditaria, in cui il potere viene tramandato ai figli dal monarca. 2 Stato retto da un monarca. 3 Autorità da monarca. 
monarchiàni Sostenitori del monarchianismo. 
monàrchico, agg. e sm. (pl. m.-ci) 1 Relativo alla monarchia. governo monarchico. 2 Che, o chi, è fautore della monarchia. aveva idee monarchiche
Monasteràce Comune in provincia di Reggio Calabria (3.520 ab., CAP 89040, TEL. 0964). 
monastèro, sm. Luogo di vita comunitaria delle monache o dei monaci, convento. ~ abbazia. non si era abituato alla vita del monastero
Monastèro Bòrmida Comune in provincia di Asti (1.008 ab., CAP 14058, TEL. 0144). 
Monastèro di Lànzo Comune in provincia di Torino (434 ab., CAP 10070, TEL. 0123). 
Monastèro di Vàsco Comune in provincia di Cuneo (1.107 ab., CAP 12080, TEL. 0174).