Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

NO Bitcoin

Innovatore.it

Sixthlane

Road Trip Italy

Sandro Leggio

Centro Ibleo di Atletica Leggera

Logo ASD Libertas Acate
ASD Libertas Acate

Logo Blia.it

Novità del sito: Quotidiani d'epoca consultabili online

  

Novità del sito: Quotidiani d'epoca consultabili online

1947    1948    1949    1950    1951    1952    1953    1954    1955    1956    1957    1958    1959    1960    1961    1962    1963    1964    1965    1966    1967    1968    1969    1970    1971    1972    1973    1974    1975    1976    1977    1978    1979    1980    1981    1982    1983    1984    1985    1986    1987    1988    1989    1990    1991    1992    1993    1994    1995    1996    1997    1998    1999    2000    2001    2002    2003    2004    2005    2006    2007    2008    2009    2010    2011    2012    2013    2014    2015    2016    2017    2018   

Legge Ordinaria n. 155 del 15/10/2009 G.U. n.259 del 06 novembre 2009
RUBEN ed altri: Concessione di un contributo in favore della Fondazione Centro di documentazione ebraica contemporanea - CDEC - organizzazione non lucrativa di utilità sociale (2500)
La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato;
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
                              Promulga
la seguente legge:

                               Art. 1.

  1.  A  decorrere  dall'anno  2009, e' concesso un contributo pari a
300.000   euro   annui   in   favore   della   Fondazione  Centro  di
documentazione  ebraica  contemporanea  -  CDEC  - organizzazione non
lucrativa  di  utilita'  sociale,  con  sede in Milano, allo scopo di
sostenere  l'azione  di  perseguimento  dei  fini istituzionali della
medesima Fondazione.
 
          Avvertenza:
             Il  testo  della  nota  qui  pubblicato e' stato redatto
          dall'amministrazione   competente  per  materia,  ai  sensi
          dell'art.  10,  comma 3, del testo unico delle disposizioni
          sulla   promulgazione   delle  leggi,  sull'emanazione  dei
          decreti   del   Presidente   della   Repubblica   e   sulle
          pubblicazioni    ufficiali   della   Repubblica   italiana,
          approvato  con  D.P.R.  28  dicembre 1985, n. 1092, al solo
          fine  di  facilitare la lettura della disposizione di legge
          alla  quale  e'  operato  il  rinvio  e della quale restano
          invariati il valore e l'efficacia.
             -  Si  riporta  l'art.  10 del decreto-legge 29 novembre
          2004,  n. 282 (Disposizioni urgenti in materia fiscale e di
          finanza  pubblica), convertito in legge, con modificazioni,
          dall'art. 1, della legge 27 dicembre 2004, n. 307.
             «Art.  10  (Proroga dei temimi in materia di definizione
          di  illeciti  edilizi).  - 1. Al decreto-legge 30 settembre
          2003, n. 269, convertito, con modificazioni, dalla legge 24
          novembre  2003,  n.  326,  e successive modificazioni, sono
          apportate le seguenti ulteriori modifiche:
              a) nell'allegato 1, le parole: "20 dicembre 2004" e "30
          dicembre  2004",  indicate dopo le parole: "seconda rata" e
          "terza   rata",  sono  sostituite,  rispettivamente,  dalle
          seguenti: "31 maggio 2005" e "30 settembre 2005";
              b)  nell'allegato  1,  ultimo  periodo,  le parole: "30
          giugno   2005",  inserite  dopo  le  parole:  "deve  essere
          integrata  entro  il",  sono  sostituite dalle seguenti "31
          ottobre 2005";
              c)  al comma 37 dell'art. 32 le parole "30 giugno 2005"
          sono sostituite dalla seguenti: "31 ottobre 2005".
             2.  La proroga al 31 maggio 2005 ed al 30 settembre 2005
          dei  termini  stabiliti per il versamento, rispettivamente,
          della  seconda  e terza rata dell'anticipazione degli oneri
          concessori  opera  a condizione che le regioni, prima della
          data di entrata in vigore del presente decreto, non abbiano
          dettato una diversa disciplina.
             3.  Il  comma  2-quater dell'art. 5 del decreto-legge 12
          luglio  2004,  n. 168, convertito, con modificazioni, dalla
          legge  30  luglio 2004, n. 191, e successive modificazioni,
          e' abrogato.
             4.  Alle  minori entrate derivanti dal comma 1, valutate
          per l'anno 2004 in 2.215,5 milioni di euro, si provvede con
          quota  parte  delle  maggiori entrate derivanti dalle altre
          disposizioni contenute nel presente decreto.
             5. Al fine di agevolare il perseguimento degli obiettivi
          di  finanza  pubblica, anche mediante interventi volti alla
          riduzione   della   pressione   fiscale,   nello  stato  di
          previsione  del  Ministero dell'economia e delle finanze e'
          istituito  un apposito «Fondo per interventi strutturali di
          politica  economica»,  alla  cui costituzione concorrono le
          maggiori  entrate,  valutate in 2.215,5 milioni di euro per
          l'anno 2005, derivanti dal comma 1.».

il resto della Legge è possibile consultarlo su Normattiva.it