Novità del sito: Mappe antiche



Legge Ordinaria n. 225 del 29/12/2017 G.U. n.21 del 26 gennaio 2018
Senatori ARRIGONI ed altri: Modifica al decreto legislativo 6 marzo 1992, n. 250, e aggregazione del comune di Torre de' Busi alla provincia di Bergamo, ai sensi dell'articolo 133, primo comma, della Costituzione (4526)
 
 
  La  Camera  dei  deputati  ed  il  Senato  della  Repubblica  hanno
approvato; 
 
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 
 
 
                              Promulga 
 
la seguente legge: 
                               Art. 1 
 
  1. Il Comune di Torre de' Busi e' staccato dalla Provincia di Lecco
e aggregato alla Provincia di Bergamo. 
  2. All'articolo 2, comma 1, del decreto legislativo 6  marzo  1992,
n.  250,  la  parola:  «novanta»  e'   sostituita   dalla   seguente:
«ottantanove»,  la  parola:  «sei»  e'  sostituita  dalla   seguente:
«cinque» e le parole: «Torre de' Busi,» sono soppresse. 
  3. Le Province di Lecco e di Bergamo provvedono agli adempimenti di
rispettiva competenza necessari all'attuazione del comma 1.  Ove  gli
adempimenti richiedano il concorso di entrambe  le  province,  queste
provvedono d'intesa tra loro e con il commissario nominato  ai  sensi
del comma 4. 
  4. Entro trenta giorni  dalla  data  di  entrata  in  vigore  della
presente legge, il Ministro dell'interno, con proprio decreto, nomina
un commissario con il compito di promuovere gli adempimenti necessari
all'attuazione del comma 1. Il commissario e' nominato  d'intesa  con
la   Provincia   di   Bergamo,   anche   al   fine   di   individuare
l'amministrazione  che,  nell'ambito  dei  propri   stanziamenti   di
bilancio, dovra' sostenere gli  oneri  derivanti  dall'attivita'  del
commissario stesso. 
  5. Le Province di Lecco e di Bergamo provvedono agli adempimenti di
cui al comma 3 entro centottanta giorni  dalla  data  di  entrata  in
vigore della presente legge. Ove uno o piu' tra tali adempimenti  non
siano stati espletati entro il predetto termine,  il  commissario  di
cui al comma 4 fissa un ulteriore congruo termine;  agli  adempimenti
che risultino non ancora espletati allo  scadere  di  tale  ulteriore
termine provvede il commissario stesso, con  proprio  atto,  in  ogni
caso assicurando che tutti gli adempimenti necessari siano  posti  in
essere entro un anno dalla data di entrata in vigore  della  presente
legge. 
  6. Gli atti e gli affari amministrativi pendenti  presso  organi  e
uffici dello Stato costituiti nell'ambito della Provincia di Lecco  e
relativi a cittadini o enti compresi nel  territorio  del  Comune  di
Torre de' Busi sono attribuiti alla competenza dei rispettivi  organi
e  uffici  costituiti  nell'ambito  della  Provincia  di  Bergamo   a
decorrere dalla data del loro insediamento. 
  7. Dall'attuazione della presente legge non devono derivare nuovi o
maggiori oneri a carico della finanza pubblica ne' deroghe ai vincoli
di bilancio. 
 
          NOTE 
 
          Avvertenza: 
 
              Il testo delle note qui  pubblicato  e'  stato  redatto
          dall'amministrazione  competente  per  materia,  ai   sensi
          dell'art.  10,  commi  2  e  3,  del  testo   unico   delle
          disposizioni    sulla    promulgazione     delle     leggi,
          sull'emanazione dei decreti del Presidente della Repubblica
          e sulle pubblicazioni ufficiali della Repubblica  italiana,
          approvato con decreto del Presidente  della  Repubblica  28
          dicembre 1985, n. 1092,  al  solo  fine  di  facilitare  la
          lettura delle disposizioni di legge modificate o alle quali
          e'  operato  il  rinvio.  Restano  invariati  il  valore  e
          l'efficacia degli atti legislativi qui trascritti. 
 
          Note all'art. 1: 
              - Il  testo  dell'articolo  2,  comma  1,  del  decreto
          legislativo 6 marzo 1992, n. 250, recante istituzione della
          Provincia di Lecco, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale  n.
          77 del 1°  aprile  1992,  come  modificato  dalla  presente
          legge, e' il seguente: 
              «Art. 2. - 1. La  Provincia  di  Lecco,  con  capoluogo
          Lecco, e' costituita dai sottoelencati ottantanove  comuni,
          di  cui  cinque  ricadenti  nella  Provincia   di   Bergamo
          (Calolziocorte, Carenno, Erve, Monte Marenzo, Vercurago)  e
          ottantaquattro in quella di Como (Abbadia Lariana,  Airuno,
          Annone di Brianza,  Ballabio,  Barzago,  Barzano',  Barzio,
          Bellano, Bosisio Parini, Brivio, Bulciago, Calco,  Casargo,
          Casatenovo, Cassago Brianza, Cassina  Valsassina,  Castello
          di Brianza, Cernusco Lombardone,  Cesana  Brianza,  Civate,
          Colico, Colle Brianza,  Cortenova,  Costamasnaga,  Crandola
          Valsassina,  Cremella,  Cremeno,  Dervio,  Dolzago,  Dorio,
          Ello, Esino Lario, Galbiate, Garbagnate Monastero, Garlate,
          Imbersago,  Introbio,  Introzzo,  Lecco,  Lierna,  Lomagna,
          Malgrate, Mandello del Lario,  Margno,  Merate,  Missaglia,
          Moggio,   Molteno,   Montevecchia,   Monticello    Brianza,
          Morterone, Nibionno, Oggiono,  Olgiate  Molgora,  Olginate,
          Oliveto Lario, Osnago, Paderno d'Adda,  Pagnona,  Parlasco,
          Pasturo,  Perego,  Perledo,  Pescate,  Premana,  Primaluna,
          Robbiate, Rogeno,  Rovagnate,  Santa  Maria  Hoe',  Sirone,
          Sirtori,    Sueglio,     Suello,     Taceno,     Tremenico,
          Valgreghentino, Valmadrera,  Varenna,  Vendrogno,  Verderio
          Inferiore, Verderio Superiore, Vestreno, Vigano').». 

il resto della Legge è possibile consultarlo su Normattiva.it

 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)